Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA – Atto a cui si riferisce: C.4/17066 è notizia di questi giorni che, nell’ambito di un filone di indagine legato alle intercettazioni dello scandalo sul Mose, sono state eseguite dal nucleo di polizia tributaria della…

ATTO CAMERA
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/17066
Dati di presentazione dell’atto
Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 820 del 26/06/2017
Firmatari
Primo firmatario: SPESSOTTO ARIANNA
Gruppo: MOVIMENTO 5 STELLE
Data firma: 26/06/2017

 

Destinatari
Ministero destinatario:
MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE delegato in data 26/06/2017
Stato iter: IN CORSO
Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-17066
presentato da
SPESSOTTO Arianna
testo di
Lunedì 26 giugno 2017, seduta n. 820
SPESSOTTO. — Al Ministro dell’economia e delle finanze . — Per sapere – premesso che:
è notizia di questi giorni che, nell’ambito di un filone di indagine legato alle intercettazioni dello scandalo sul Mose, sono state eseguite dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Venezia quattordici ordinanze di custodia cautelare e due arresti domiciliari, nei confronti di diversi esponenti del mondo dell’imprenditoria, dirigenti e funzionari pubblici, professionisti e dirigenti di aziende private;
in carcere, per vicende legate a episodi di presunta corruzione e irregolarità fiscali, sono finiti anche Giuseppe Milone, responsabile della direzione amministrazione e bilancio e dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari di Cattolica Assicurazioni e Albino Zatachetto, segretario del presidente del consiglio di amministrazione della stessa compagnia;
la stessa Cattolica Assicurazioni, in una nota, ha informato che è stato eseguito, nei confronti della società, un provvedimento di perquisizione e sequestro, emesso nell’ambito del procedimento penale avviato dalla procura della Repubblica di Venezia e che è stata deliberata dal consiglio di amministrazione della stessa società la sospensione cautelare «con efficacia immediata» per Giuseppe Milone, e Albino Zatachetto;
sebbene il presidente della Società cattolica Paolo Bedoni non risulti attualmente indagato, il suo nome ricorre più volte nelle intercettazioni telefoniche intercorse tra gli arrestati nell’ambito dell’inchiesta di Venezia sui regali in cambio di sconti sulle sanzioni fiscali;
in particolare, stando a quanto riportato dalla stampa, alcuni dirigenti della compagnia veronese e alcuni funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Venezia, avrebbero tentato, a seguito di una verifica fiscale in una società del gruppo, di agire in modo tale da evitare conseguenze penali allo stesso presidente di Cattolica assicurazioni;
nel febbraio 2017, Cattolica Assicurazioni, Cassa Depositi e Prestiti Investimenti SGR e Ca’ Tron Real Estate hanno siglato un accordo del valore complessivo di oltre 101 milioni di euro per la realizzazione, attraverso un fondo immobiliare la cui maggioranza è detenuta con il 56 per cento proprio da Cattolica Assicurazioni, della struttura scolastica e universitaria denominata H Campus, nei comuni di Roncade e Quarto d’Altino –:
se il Ministro interrogato possa fornire maggiori informazioni circa il coinvolgimento di funzionari pubblici dell’Agenzia delle Entrate in quella che è stata definita dalla stessa Guardia di finanza come «la più grande inchiesta contro il fenomeno della corruzione dopo il Mose»;
alla luce dei gravi fatti emersi dall’inchiesta condotta dalla Guardia di finanza di Venezia, e considerate le quote detenute da Cassa Depositi e Prestiti nell’investimento del fondo immobiliare di cui in premessa, pari al 40 per cento, quali garanzie il Governo ritenga che possa offrire Cattolica Assicurazioni in relazione all’investimento di cui in premessa e come giudichi altresì, dal punto di vista finanziario, un’operazione immobiliare di tale portata, quale è quella prevista per il nuovo H Campus. (4-17066)