20 anni fa scoppiava lo scandalo Lewinsky. Ecco che fine ha fatto Monica

Monica Lewinsky. Pascal Le Segretain/Getty Images

Questa settimana sono 20 anni da quando gli investigatori hanno iniziato a esaminare la relazione tra l’ex presidente Bill Clinton e la stagista della Casa Bianca Monica Lewinsky, che alla fine ha portato all’impeachment di Clinton nel dicembre 1998, cambiando per sempre la politica americana.

 

Ma mentre molti americani oggi la associano solo al suo ruolo nel clamoroso scandalo, Lewinsky si è costruita una carriera nella vendita al dettaglio, nella pubblicità e, più recentemente, nella difesa dei diritti sociali.

L’anno scorso si è unita a centinaia di altre donne nella campagna #MeToo su Twitter.

Ecco come Lewinsky è passata dall’essere una celebrità contro la sua volontà a essere un’attivista pubblica, vent’anni dopo essere stata spinta sotto i riflettori pubblici:

Gli eventi che alla fine portarono all’impeachment di Clinton si svolsero mentre Lewinsky era una stagista non retribuita della Casa Bianca tra il 1995 e il 1996. Lewinsky avrebbe  avuto in questo periodo una decina di incontri sessuali con l’ex presidente.

Foto ufficiale della Casa Bianca del 17 novembre 1995 a pagina 3179 del rapporto del Consigliere indipendente Kenneth Starr sul Presidente Clinton, che mostra il Presidente Clinton e Monica Lewinsky alla Casa Bianca. La Casa Bianca / AP

Dopo che Lewinsky andò davanti gli investigatori nell’estate del 1997, la storia venne alla luce nel gennaio 1998. Rispondendo alle accuse mosse contro di lui dai media, Clinton fece la sua ormai famosa smentita: “Non ho avuto rapporti sessuali con quella donna”.

Clinton fa ‘no’ con il dito durante la sia famigerata dichiarazione che negava una relazione con Lewinsky. Greg Gibson / AP

Clinton fu infine imputato nel dicembre 1998, ma non fu riconosciuto colpevole di spergiuro. Nel frattempo, lo status di celebrità di Lewinsky stava appena iniziando a crescere.

 

Clinton, pochi minuti prima che il comitato giudiziario della Camera votasse per incriminarlo. Greg Gibson / AP

La celebrità di Lewinsky è esplosa nel 1999. Ha collaborato a un libro che racconta la sua versione della relazione, è stata intervistata da Barbara Walters della ABC in “20/20” ed è stata al centro di un’intensa attenzione dei media.

 

Lewinsky durante la sua intervista con Walters su ABC. Youtube/aliot77

Nel settembre 1999 ha anche lanciato una linea di borse e nel 2000 ha iniziato a comparire in pubblicità per la compagnia di prodotti dietetici e programmi per la perdita di peso Jenny Craig che le ha richiesto di perdere circa 20 kg. Era stata vittima di bullismo da parte dei media per il suo peso in numerose occasioni.

 

Monica Lewinsky mostra una delle borse della sua collezione primaverile a una cliente in un grande magazzino di New York, mercoledì 22 marzo 2000. AP Photo / Richard Drew

Negli anni successivi allo scandalo, Lewinsky si trasferì nel West Village a New York City e divenne parte attiva della scena sociale di Manhattan: ha partecipato a serate di gala e  incontrato celebrità.

 

Lewinsky nel 2002. AP

Ha anche brevemente presentato un reality show su Fox intitolato “Mr. Personality”, per il quale ha inizialmente ricevuto un buon giudizio dalla critica. Lo show, comunque, è presto precipitato nei rating.

Lewinsky. AP Photo/Soile Kallio

Nel 2005, tuttavia, Lewinsky ha deciso di lasciare i riflettori pubblici per conseguire un master in psicologia sociale presso la London School of Economics. È stata assente dagli occhi del pubblico per diversi anni.

AP Photo/Nick Ut

Ma nel 2014, dieci anni dopo il suo esilio autoimposto dalla vita pubblica, Lewinsky è tornata col botto. Ha scritto un pezzo su Vanity Fair riguardo all’affare Clinton e ha iniziato una campagna per combattere il tipo di cyberbullismo che ha subito durante e dopo che lo scandalo è diventato pubblico.

 

Lewinsky mentre tiene un discorso TED sul cyberbullismo nel 2015. Screenshot/YouTube

Nel 2017, ha ampliato la sua campagna contro il cyberbullismo e ha preso parte al movimento #MeToo che fa luce su violenza sessuale e molestie sessuali. Il suo tweet ha fatto riferimento alla Women’s March che si è tenuta a gennaio 2017.

 

Lewinsky a un raduno anti-cyberbullismo nel mese di novembre 2017. STRMX2 via AP

Nonostante la luce negativa in cui è stata inizialmente rappresentata dopo lo scandalo di Clinton, Lewinsky si è trasformata in un’appassionata sostenitrice dei diritti delle donne oltre. Il suo attivismo e il suo impatto continuano a crescere, ma ora alle sue condizioni(Michael Kranz Business Insider)

Monica Lewinsky nel 2015. Lionel Cironneau/AP