Kim Jong Un ha appena compiuto gli anni, ma nessuno in Corea del Nord ha festeggiato. Ecco perché

KCNA via Reuters

 

 
  • Lunedì 8 gennaio è stato il 34° (forse, dato che non è sicura la sua età) compleanno di Kim Jong Un.
  • Il giorno non è una festa nazionale, a differenza dei compleanni di suo padre e di suo nonno.
  • Un esperto della Corea del Nord ha dichiarato a Business Insider che il compleanno cade in un giorno troppo freddo
  • Altri dicono che la mancanza di celebrazioni potrebbe indicare un crescente malcontento tra i cittadini

Lunedì scorso era il 34esimo compleanno di Kim Jong Un – ma nessuno in Corea del Nord ha festaggiato con lui.

Il calendario ufficiale del paese lo mostra come un normale giorno lavorativosecondo la BBC.

La Corea del Nord ha cercato di far passare inosservato il compleanno di Kim in passato.

L’ex star dell’NBA Dennis Rodman ha cantato “Happy Birthday” a Kim in una partita di basket a Pyongyang nel 2014. Ma ai cittadini fu detto che Rodman aveva cantato a Kim “una canzone speciale”, senza menzionare il suo compleanno.

Poiché la Corea del Nord minaccia regolarmente chiunque insulti Kim e organizzi grandi feste per ogni test nucleare, può sembrare strano che Pyongyang non stia tentando di festeggiare in grande il suo leader.

Gli esperti hanno ipotizzato varie ragioni che si celerebbero dietro il silenzio sul compleanno di Kim – e alcune di queste potrebbero avere conseguenze disastrose per il suo governo.

Leggi anche: Tutto quello che sappiamo finora su Kim Jong Un e la Corea del Nord

È troppo freddo e costoso per festeggiare

Il professor Hazel Smith, ricercatore presso la Scuola di studi africani e orientali di Londra che ha vissuto in Corea del Nord dal 1998 al 2001, ha affermato che “non stupisce molto ” che il paese non stia celebrando il compleanno di Kim.

“Kim Jong Un è trattato oggi come il leader supremo le cui parole sono automaticamente considerate autorevoli perché ha  dietro di sé il lignaggio familiare della famiglia Kim”, ha detto Smith, aggiungendo che i compleanni del nonno e del padre di Kim, Kim Il Sung e Kim Jong Il , sono già designati come feste nazionali.

“I propagandisti della Corea del Nord non hanno bisogno di un altro giorno per enfatizzare questo aspetto”, ha detto.

Smith ha detto anche che le celebrazioni nazionali sarebbero state costose da organizzare e che sarebbe stato troppo freddo per pianificare feste all’aperto in questo periodo dell’anno.

“Le celebrazioni per questi giorni nazionali sono anche molto costose e coinvolgono migliaia di persone, e a gennaio si registrano le temperature più fredde dell’anno che precipitano regolarmente fino a -25 gradi centigradi“, ha detto. “Non è molto fattibile organizzare un’altra serie di sfilate quando c’è già il 16 febbraio” – la festa di compleanno di Kim Jong Il – “per cui organizzarle”.

C’è un crescente malcontento all’interno del paese

Un uomo su un bus a Pyongyang. Wong Maye-E

Un altro motivo per cui la Corea del Nord non celebra il compleanno di Kim potrebbe essere dovuto alla sua impopolarità all’interno del paese a causa delle sanzioni.

L’anno scorso le Nazioni Unite hanno approvato diversi cicli di sanzioni economiche contro Pyongyang come punizione per la sua proliferazione nucleare.

Daily NK, un sito di notizie con sede in Corea del Sud, il mese scorso ha citato una fonte nella provincia del Sud Pyongyang della Corea del Nord dicendo:

Le sanzioni internazionali, in particolare quelle istituite dopo il sesto test nucleare di settembre, hanno causato molte difficoltà ai lavoratori, molti dei quali hanno perso il lavoro a causa del graduale rallentamento delle esportazioni di carbone, così la popolarità di Kim Jong Un ha toccato un nuovo minimo”.

“Visto che il governo continua la propaganda sul suo sviluppo nucleare e missilistico mentre anche i commercianti di maggior successo stanno perdendo posti di lavoro e stanno soffrendo la fame quest’anno, la gente darebbe del ridicolo a Kim Jong Un se vedesse che il suo compleanno viene festeggiato“.

Tuttavia, la reale portata della popolarità di Kim rimane sconosciuta.

Non penso che sappiamo nulla di sicuro sulla sua popolarità in un modo o nell’altro a parte il fatto che è estremamente pericoloso parlare apertamente contro di lui”, ha detto a The Independent Aidan Foster-Carter, docente onorario all’Università di Leeds, esperto in Corea del Nord.

Forse il culto della personalità di Kim non è abbastanza grande

Parata militare con le foto di Kim Il Sung e Kim Jong Il. Reuters/KCNA

Gli esperti dicono anche che Kim non ha accumulato un culto della personalità abbastanza grande da ottenere che il suo compleanno fosse designato come festa nazionale.

Owen Miller, un esperto coreano della SOAS, ha dichiarato a The Independent che la Corea del Nord “potrebbe ritenere che è troppo presto per portare il culto della personalità di Kim Jong Un fino a quel livello”.

“Kim Jong Il è stato consacrato come successore [di Kim Il Sung] nel 1980, e il suo culto è stato costruito molto prima che diventasse leader”, ha aggiunto Miller. “Kim Jong Un, d’altro canto, è stato presentato ai nordcoreani solo un anno o due prima di diventare leader nel 2011.”

Alcuni esperti suggerirono addirittura che Kim stesse cercando di reinventarsi come un uomo del popolo e che definire il suo compleanno come festa nazionale avrebbe ostacolato quell’immagine.

Il Guardian ha riferito a settembre che Kim Yo Jong, la sorella di Kim Jong Un, che è un ministro del governo, ha cercato di “creare un culto della personalità attorno a suo fratello che implicava il presentarlo come un leader benevolo e accessibile”.