Snaidero, i cinesi lasciano: venduto il 51% al gruppo De Agostini

Il piano di ristrutturazione del gruppo udinese sarà guidato dal fondo Idea Ccr II del gruppo De Agostini, che ad oggi ha rilevato 23,5 milioni di euro di crediti (sui 50 complessivi) vantati dalle banche esposte nei confronti dell’azienda

 

Snaidero, i cinesi lasciano: venduto il 51% al gruppo De Agostini

Il cda del Gruppo Snaidero ha accettato la proposta di DeA Capital: il 51% delle quote della società passerà al fondo Idea Ccr II, dedicato alle operazioni di conversione di debito nelle quali il creditore ottiene la governance. 

Idea Ccr (Corporate credit recovery) II è gestito e controllato da DeA Capital alternative funds Sgr, che fa parte del gruppo De Agostini guidato da Lorenzo Pelliccioli.

La società friulana con sede ad Udine, specializzata in mobili e cucine, prima in Italia e quinta in Europa nel suo settore, non ha ricevuto alcuna offerta ufficiale dall’oriente, nonostante le insistenti voci che si erano susseguite nelle scorse settimane.

L’operazione conclusa con il gruppo De Agostini non è vincolante e non dovrebbe estromettere la famiglia Snaidero dall’azienda, segnata negli ultimi anni da scioperi ed un lungo periodo di cassa integrazione (ancora aperta) per i dipendenti.

Il fondo Idea Ccr II avrebbe rilevato, secondo fonti vicine a Snaidero, circa 23,5 milioni (sui 50 complessivi) di crediti vantati dalle banche nei confronti del gruppo udinese. Il principale creditore è Unicredit, affiancato da Banco Bpm, Montepaschi e Bnl. Il fondo ha già concluso operazioni simili per il rilancio di piccole e medie imprese italiane.

Idea Ccr II si compone di due sezioni: crediti e nuova finanza. Alla prima hanno contribuito, con una dotazione di 230 milioni di crediti, le principali banche italiane: Unicredit, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca, Creval, Banca Ifis fra le altre. Gli istituti hanno ceduto al fondo parte dei loro crediti relativi a ben 24 società, riconducibili a nove realtà industriali: fra queste, oltre a Snaidero, anche Zucchi, Calvi e Latterie Virgilio.(Firstonline)