Unicredit cede portafoglio di Npl “Made in Veneto”

Sofferenze e incagli per 60 milioni relativi a progetti immobiliari e parchi tematici.

 
 

Unicredit prosegue nella sua politica di cessioni di crediti deteriorati e si appresterebbe, secondo indiscrezioni, a mettere sul mercato un portafoglio di Npl da 60 milioni interamente originato in Veneto

Si tratta del cosiddetto progetto Custoza, dal nome della località del Veronese famosa per essere stata teatro di due importanti battaglie risorgimentali. Il portafoglio comprende sia Non performing loans sia Unlikely to pay (Utp, si definiscono incagli in italiano) relativi a progetti immobiliari in Veneto, soprattutto parchi tematici. Fra questi, un credito incagliato per circa 11,9 milioni con la società Costa Sviluppo Spa, titolare di un progetto per la realizzazione di un parco tematico nel Polesine, un polo della logistica ed un ecovillaggio nella zona Costa di Rovigo; incagli per 9 milioni con Docks Venezia Srl (parco tecnologico a Porto Marghera); e 31 milioni di sofferenze con la Sirio San Marco Srl per un progetto immobiliare nei dintorni di Padova. 

Intanto in Borsa il titolo di Unicredit avanza stamani dello 0,45% a 17,77 euro, perfettamente in linea con l’andamento del Ftse Mib (+0,45%) e meno dell’indice bancario di Piazza Affari (+0,7%). (FINANZAREPORT)