Amazon, Buffett, JPMorgan affrontano la sanità pubblica e si fanno la loro “sanità’ privata”.

 

Amazon, Warren Buffett e JPMorgan stanno formando una nuova società per affrontare i costi dell’assistenza sanitaria dei propri dipendenti, inviando quote di aziende sanitarie in netta diminuzione in tutto il settore, nonostante la vaga natura dell’annuncio.

Martedì scorso, Jeff Bezos di Amazon ha dichiarato che, insieme a Buffet e JPMorgan, tenterebbe di migliorare l’assistenza sanitaria per centinaia di migliaia di dipendenti e, eventualmente, per il paese.Berkshire Hathaway Inc.

Ci sono stati pochi dettagli e le persone coinvolte hanno affermato che il progetto è nella fase iniziale della pianificazione.

“I costi in mongolfiera di (assistenza sanitaria) agiscono come una tenia affamata sull’economia americana”, ha detto Buffett, il capo del Berkshire Hathaway, in una dichiarazione preparata. “Il nostro gruppo non arriva a questo problema con le risposte, ma non lo accettiamo come inevitabile”.

La nuova società sarà indipendente e “libera da incentivi e vincoli a scopo di lucro”. Le aziende hanno affermato che l’attenzione iniziale della nuova impresa sarà sulla tecnologia che fornisce assistenza “semplificata, di alta qualità e trasparente”.

Non è chiaro se l’obiettivo finale sia quello di andare oltre Amazon, Buffett’s Berkshire Hathaway e JPMorgan. Tuttavia, il presidente e CEO di JPMorgan, Jaimie Dimon, ha dichiarato: “il nostro obiettivo è creare soluzioni a beneficio dei dipendenti statunitensi, delle loro famiglie e, potenzialmente, di tutti gli americani”.

La potenziale interruzione di tre rinomati innovatori nel campo della tecnologia e della finanza ha provocato un’onda d’urto nel settore dell’assistenza sanitaria, cancellando miliardi di capitalizzazione di mercato in pochi secondi.

Sei delle prime dieci società con una significativa diminuzione delle azioni dell’indice Standard & Poor’s 500 erano aziende sanitarie. Quasi tutte le aziende nel campo della salute erano in ritiro martedì.

JP Morgan logo

L’esigenza di una soluzione alle crisi sanitarie negli Stati Uniti è intensa. Con circa 151 milioni di persone non anziane, la copertura sponsorizzata dal datore di lavoro è la maggior parte del mercato delle assicurazioni sanitarie degli Stati Uniti.

I costi dell’assistenza sanitaria per le aziende di solito aumentano più rapidamente dell’inflazione e consumano porzioni maggiori dei loro budget. Gli americani sono impantanati in un sistema confuso che crea un mix di prezzi nello stesso mercato per la stessa procedura o farmaco e non offre un percorso facile per trovare l’offerta migliore.

L’aumento dei costi dell’assistenza sanitaria ha trascinato le aziende statunitensi, grandi e piccole, e i dipendenti sentono sempre più questo dolore. I datori di lavoro hanno aumentato le franchigie e altre spese per i dipendenti, il che significa meno potere di spesa per quasi tutti gli americani.

Solo il 50 percento delle aziende con tre a 49 impiegati ha offerto la copertura l’anno scorso, secondo la non-profit Kaiser Family Foundation. Questo è in calo dal 66% in più rispetto a un decennio fa. Il Federal Affordable Care Act richiede a tutte le aziende con 50 o più dipendenti a tempo pieno di offrirlo.Warren Buffett Sprechi 120103155738

 

Amazon, Berkshire e JP Morgan affermano di poter portare la loro scala e le “competenze complementari” a quella che descrivono come una campagna a lungo termine.

L’ingresso di Amazon nel mercato della salute è stato percepito come imminente, anche se la società non aveva annunciato nulla di pubblico.

È stato osservato molto da vicino a Wall Street, che ha visto l’Amazon interrompere numerose industrie che vanno dalle librerie alle catene di abbigliamento.

Amazon, che per la maggior parte vendeva libri quando è stata fondata più di 20 anni fa, ha radicalmente modificato il modo in cui le persone acquistano pannolini, giocattoli o asciugamani di carta. Più recentemente ha fatto ribaltare il settore alimentare, spendendo 14 miliardi di dollari l’anno scorso per Whole Foods Market Inc.(

Amazon, JPMorgan, Berkshire creano una nuova compagnia di assistenza sanitaria

The Amazon logo is displayed at the Nasdaq MarketSite in New York's Times Square. | AP Photo

Le aziende non hanno detto se il progetto si sarebbe espanso oltre Amazon, Berkshire o JP Morgan.

La nuova società sarà indipendente e “libera da incentivi e vincoli a scopo di lucro”.

Amazon si sta immergendo in assistenza sanitaria, collaborando con Berkshire Hathaway di Warren Buffett e la banca newyorkese JPMorgan Chase, per creare una società che aiuti i loro dipendenti statunitensi a trovare cure di qualità “a costi ragionevoli”.

I leader di ogni azienda, Jeff Bezos di Amazon, Buffet e Jamie Dimon di JPMorgan, hanno offerto pochi dettagli martedì e hanno affermato che il progetto è nella fase iniziale della pianificazione.

 

“I costi in mongolfiera di (assistenza sanitaria) agiscono come una tenia affamata sull’economia americana”, ha detto Buffett in una dichiarazione preparata. “Il nostro gruppo non arriva a questo problema con le risposte, ma non lo accettiamo come inevitabile”.

La nuova società sarà indipendente e “libera da incentivi e vincoli a scopo di lucro”. Le aziende hanno affermato che l’attenzione iniziale della nuova impresa sarà sulla tecnologia che fornisce assistenza “semplificata, di alta qualità e trasparente”.

Non è chiaro se l’obiettivo finale sia quello di espandere l’ambizioso progetto al di là di Amazon, Berkshire o JPMorgan. Tuttavia, Dimon di JPMorgan ha dichiarato martedì che “il nostro obiettivo è creare soluzioni a beneficio dei nostri dipendenti statunitensi, delle loro famiglie e, potenzialmente, di tutti gli americani”.

Le azioni delle aziende sanitarie hanno avuto un grande successo nelle prime negoziazioni di martedì, suggerendo la minaccia della nuova entità sul modo in cui l’assistenza sanitaria è pagata e consegnata negli Stati Uniti

Prima della campanella di apertura, otto dei dieci declinatori più importanti dell’indice Standard & Poor’s 500 erano aziende sanitarie.

 

L’esigenza di una soluzione alle crisi sanitarie negli Stati Uniti è intensa. Con circa 151 milioni di persone non anziane, la copertura sponsorizzata dal datore di lavoro è la maggior parte del mercato delle assicurazioni sanitarie degli Stati Uniti.

I costi dell’assistenza sanitaria per le aziende di solito aumentano più rapidamente dell’inflazione e consumano porzioni maggiori dei loro budget. Gli americani sono impantanati in un sistema confuso che crea un mix di prezzi nello stesso mercato per la stessa procedura o farmaco e non offre un percorso facile per trovare l’offerta migliore.

I datori di lavoro hanno aumentato le franchigie e altre spese per i dipendenti e le loro famiglie per dissipare i costi, che ha colpito duramente gli americani.

Solo il 50 percento delle aziende con tre a 49 impiegati ha offerto la copertura l’anno scorso, secondo la non-profit Kaiser Family Foundation. Questo è in calo dal 66% in più rispetto a un decennio fa. Il Federal Affordable Care Act richiede a tutte le aziende con 50 o più dipendenti a tempo pieno di offrirlo.

Amazon, Berkshire e JP Morgan affermano di poter portare la loro scala e le “competenze complementari” a quella che descrivono come una campagna a lungo termine.

L’ingresso di Amazon nel mercato della salute è stato percepito come imminente, anche se la società non aveva annunciato nulla di pubblico.

È stato osservato da vicino a Wall Street, che ha visto l’Ambar distruggere numerose industrie, dai rivenditori di libri alle catene di abbigliamento e di elettronica.

Amazon, che per la maggior parte vendeva libri quando è stata fondata più di 20 anni fa, ha radicalmente modificato il modo in cui le persone acquistano pannolini, giocattoli o asciugamani di carta. Più recentemente ha fatto ribaltare il settore alimentare, spendendo 14 miliardi di dollari l’anno scorso per Whole Foods Market Inc.(Di THE ASSOCIATED PRESS)