Mps, fondo denuncia manovre oscure in Borsa

Alla Consob arriva un esposto per denunciare strane strategie ribassiste sul titolo della banca senese. Sotto accusa il flash trading condotto in determinati momenti della seduta di Borsa.


 
 

Da Londra arriva una dura accusa sull’andamento del titolo di Banca del Monte dei Paschi di Siena a Piazza Affari. ByBrook Capital, titolare di una partecipazione inferiore al 3% nel capitale della banca senese, ha presentato un esposto alla Consob per denunciare “operazioni sospette” tese a deprimere le azioni secondo una strategia ribassista condotta ad arte sin dal ritorno in Borsa di Mps lo scorso novembre.

Il fondo londinese, nell’informare anche il socio di maggioranza, il Ministero del Tesoro, messo duramente alla prova dalle recenti perdite in Borsa del Monte, parla di condotte anomale attuate con il solo fine di “ridurre la generale fiducia del mercato” e di scoraggiare “l’inserimento di nuovi ordini di acquisto” e pertanto chiede alla commissione di verificare un’eventuale “manipolazione” del mercato. 

Nello specifico, secondo l’investitore inglese, grazie a tecniche di flash trading, sono state cedute azioni sul mercato nello stesso istante in cui le azioni raggiungevano un determinato prezzo. In pratica, in caso di rialzo venivano immessi ordini di vendita tali da ribaltare la situazione. ByBrook Capital definisce il prezzo degli ordinativi “irragionevolmente basso” e “irrazionali” le “rapide cessioni” avvenute per esempio il 21 novembre, dopo le prime le contrattazioni e un avvio di seduta positivo per il titolo Mps. 

Il fondo cita anche i momenti precisi in cui scattano le operazioni di vendita: in apertura oppure in chiusura degli scambi, quando una sorta di agguato ha luogo per “fissare sui livelli più bassi, ma artificiosi, il prezzo finale”. A tutto ciò si aggiunge un’ulteriore tattica da guerriglia borsistica con ordini senza limiti di prezzo oppure con una determinata soglia di riferimento. In tal modo, per ByBrook Capital, si sarebbero creati “livelli artificiali” per le azioni e posto le basi per un andamento dei corsi azionari marcatamente ribassista anche in assenza di notizie negative. 

Insomma, dietro Mps ci sarebbero manovre oscure per affossare il titolo. Ecco perchè l’esposto è stato inviato anche al Ministero dell’Economia. Dopo il salvataggio con 5,6 miliardi di euro di denaro pubblico versato per evitare il crac, lo Stato sta pagando le peggiori conseguenze con un perdita potenziale di quasi 3 miliardi di euro sulla base degli attuali valori di Borsa. Rosario Murgida Finanzareport.it

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...