Italia non considerata rischio da investitori esteri, dice Messina (Intesa)

MILANO (Reuters) – L‘Italia non viene considerata un rischio dagli investitori esteri e l‘hedge fund Usa Bridgewater è sulla via sbagliata.

MESSINAMESSINA

 

Carlo Messina, amministratore delegato di Intesa Sanpaolo. Foto del 27 aprile 2017. REUTERS/Giorgio Perottino

E’ il pensiero del ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, intervistato da Handelsblatt.

“Molti investitori vedono l‘Italia come una opportunità di investimento, specie gli investitori Usa. Continuano a comprare le nostre azioni perché vedono Intesa Sanpaolo come rappresentazione del paese, e vogliono beneficiare della ripresa dell‘economia italiana”, dice Messina.

Bridgewater, che ha aperte posizioni corte sulle banche italiane, “penso sia sulla strada sbagliata. Al momento Bridgewater perde soldi con le sue scommesse al ribasso. Nella mia opinione, ci sono molte opportunità per le banche italiane. Non solo per la ripresa dell‘economia ma anche per l‘alto livello dei depositi”, aggiunge riferendosi al prevedibile aumento dei tassi.

Inoltre, “anche se la Bce riduce il suo programma di acquisti di bond, non prevedo una particolare pressione sul mercato italiano”.

A una domanda su un possibile approdo alla presidenza Bce del numero uno della Bundesbank Jens Weidmann, Messina risponde: “abbiamo bisogno di qualcuno che lavori per l‘Europa, non per un singolo paese. Mi soddisfa ogni soluzione che ponga enfasi sulla crescita e Mario Draghi ha fatto un lavoro molto buono”.

E alla considerazione che Bundesbank non sia esattamente famosa per la promozione della crescita, Messina replica: “ma nonostante ciò la Germania raggiunge uno dei più alti tassi di crescita in Europa. E’ importante trasformare problemi in opportunità di progresso. L‘Europa non potrà crescere se cresce un Paese soltanto”.