Parte la corsa per quotare Aston Martin a Londra: verso la scelta del consorzio bancario

skyfall_james_bond_daniel_craig_aston_martin_hd-wallpaper-96100

Parte la grande corsa per quotare Aston Martin, probabilmente nell’ultimo trimestre dell’anno. Secondo indiscrezioni sarebbero infatti in corso discussioni preliminari con le banche d’affari, che poi dovrebbero essere scelte per costituire il consorzio di global coordinator dell’Ipo. Al momento, secondo i rumors, sarebbe infatti soltanto stato affidato l’incarico di advisor alla banca d’affari Lazard.
La casa automobilistica produttrice di auto da corsa, famosa per la supercar di James Bond e controllata dalla Investindustrial di Andrea Bonomi, avrebbe accelerato nelle ultime settimane gli incontri con le banche per lo sbarco alla Borsa di Londra.
L’accelerazione avviene a pochi giorni dalla presentazione dei conti del 2017 da parte dell’amministratore delegato Andy Palmer: con un utile ante imposte di 87 milioni di sterline, in forte miglioramento da una perdita di 163 milioni nel 2016, a fronte di 876 milioni di sterline di ricavi (+48%), grazie alla vendita di 5.117 auto (+58% da 3229 nel 2016).

carlofesta.blog.ilsole24ore.com