Deutsche Bank, 220 esuberi in Italia

S.N. finanzareport.it – 07/03/2018

L’annuncio al congresso Fabi. La banca tedesca è in costanti difficoltà, ma aveva detto di puntare molto sul Belpaese.

 
 

Deutsche bank si appresta a tagliare oltre 200 dipendenti in Italia nelle attività retail. Si tratta per la precisione di 220 esuberi che la maggiore banca tedesca, da anni ormai in acque agitate, mira a trasformare in uscite volontarie. 

Per gli esodi la banca sarebbe infatti disposta ad attivare il fondo esuberi su base volontaria, come ha indicato al Congresso della Fabi in corso a Roma il responsabile delle risorse umane del gruppo, Carlos Gonzaga. La procedura per gli esodi è stata attivata nelle scorse settimane e c’è stato un primo incontro. 

Da segnalare che meno di un anno fa era già stato firmato un accordo con i sindacati su esuberi in Italia. Deutsche Bank in Italia ha circa 4mila addetti. In una recente intervista il numero uno della divisione italiana, Flavio Valeri, non ha accennato a tagli indicando che le tre attività di Deutsche Bank in Italia – banca retail, banca d’affari e risparmio gestito – “hanno tutte dinamiche positive e crescenti”. 

Diversamente a livello globale Deutsche Bank ha appena archiviato il suo terzo anno consecutivo di conti in rosso, con risultati peggiori delle attese degli analisti. Questo nonostante il maxi piano di tagli portato avanti dal ceo John Cryan, mentre l’anno scorso la banca ha dovuto ricorrere a un aumento di capitale. Recentemente sono stati annunciati fino a 500 esuberi nel deludente comparto del trading, con tagli in programma a New York e a Londra.