Creval, al mercato l’83% dell’aumento di capitale

  • –di  ilsole24ore.com – 8 marzo 2018

Il Credito Valtellinese riesce a portare a casa l’aumento di capitale grazie al supporto del mercato, e mette in conto solo un intervento marginale del consorzio di garanzia, a conferma della buona risposta da parte degli investitori. L’istituto valtellinese ha infatti raccolto sottoscrizioni per 581,6 milioni, ovvero l’83,1% dei 700 milioni offerti agli azionisti nel corso del periodo per l’esercizio dei diritti di opzione.Lo comunica la società, ricordando che il consorzio di garanzia aveva inoltre sottoscritto accordi di sub-garanzia di prima allocazione con Algebris, Credito Fondiario e Dorotheum per altri 55 milioni. Considerando anche queste quote, la cifra che al momento ricadrebbe sulle spalle del consorzio è pari a circa 63 milioni. I diritti non esercitati, in ogni caso, saranno ora offerti in Borsa dal 13 al 19 marzo. E’ presumibile che, a valle di questa fase, la porzione che rimarrà in capo al consorzio si riduca quindi ulteriormente.L’aumento di capitale è interamente garantito da un consorzio di garanzia composto da Mediobanca (sole global coordinator e joint bookrunner), Banco Santander, Barclays, Citigroup Global Markets Limited e Credit Suisse (co-global coordinator e joint bookrunners), Commerzbank e Société Générale (senior joint bookrunner), Banca Akros, Equita Sim, Keefe, Bruyette & Woods (joint bookrunners) e MainFirst (co-lead manager).