Deutsche Bank licenzia Cryan, svolta su banca commerciale?

STEFANO NERI FINANZAREPORT.IT 9 APRILE 2018

Sostituito dal vice Sewing, 47 anni e una lunga carriera nella maggiore banca tedesca. Il titolo rimbalza in Borsa

Il ceo uscente John Cryan in un'immagine di repertorio con il suo successore Christian Sewing

Il ceo uscente John Cryan in un’immagine di repertorio con il suo successore Christian Sewing
 

Deutsche Bank ha dato il benservito al suo ceo John Cryan, per circa tre anni alla guida della maggiore banca tedesca con risultati deludenti, nonostante un duro piano di tagli al personale con migliaia di esuberi in tutto il mondo – Italia compresa.

La sostituzione è all’insegna della sobrietà: gli subentrerà infatti uno dei suoi due vice, Christian Sewing, di 47 anni. La mossa è arrivata dopo mesi di speculazioni, che si erano intensificate nelle ultime settimane, con una board convocato a sorpresa nella serata di domenica.

Cryan lascia dopo meno di tre anni e tre bilanci consecutivi in rosso. E poiché Sewing si occupava della divisione di private e commercial banking, secondo gli osservatori il cambio della guardia potrebbe preludere a una svolta per Deutsche Bank, con un maggiore focus sulle attività di banca commerciale, a discapito della banca d’investimento. Lo scrive il quotidiano economico tedesco Handelsblatt.

Da anni infatti Deutsche Bank aveva puntato sul trading per fare concorrenza alle grandi banche d’affari americane, ma negli ultimi tempi i risultati su questo fronte erano stati deludenti, per non dire degli scandali e delle maxi multe come quella legata ai mutui subprime (patteggiato un anno fa il pagamento di 7,2 miliardi alla Giustizia a stelle e strisce). 

Cryan, di nazionalità inglese, nei mesi scorsi si era anche attirato le critiche del governo tedesco, sostenendo in un più di un incontro pubblico che i dipendenti della banca lavorano come automi, e quindi tanto varrebbe sostituirli con robot

L’avvicendamento ai vertici della banca ha effetto immediato. Cryan dovrà portare via i suoi “scatoloni” entro fine mese. Inoltre, il Supervisory Board ha nominato i membri del consiglio di amministrazione Garth Ritchie e Karl von Rohr come nuovi vice Ceo. L’altro attuale vice, Marcus Schenck, lascerà invece l’istituto. 

Sewing, nato nel 1970, è membro del consiglio di amministrazione dal 1 gennaio 2015. È stato nominato presidente nel marzo 2017. Di recente è stato responsabile della banca privata e commerciale di Deutsche Bank (compresa la Postbank) insieme a Frank Strauss. Da quando è entrato nel 1989, Sewing ha lavorato per Deutsche Bank a Francoforte, Amburgo, Londra, Singapore, Tokyo e Toronto. 

“In oltre 25 anni alla Deutsche Bank, Christian Sewing si è dimostrato un leader forte e disciplinato”, ha commentato Paul Achleitner, presidente del Supervisory Board che aveva ingaggiato un duello quasi personale con Cryan. “Lui e il suo team saranno in grado di guidare con successo Deutsche Bank in una nuova era. Confidiamo nella grande capacità di questa banca e dei suoi numerosi talenti”. Il presidente ha concesso all’amministratore delegato uscente l’onore delle armi. “Nonostante il suo incarico relativamente breve di Ceo, John Cryan ha svolto un ruolo fondamentale nei quasi 150 anni di storia di Deutsche Bank e ha gettato le basi per un futuro di successo della banca.Il Supervisory Board in generale e io personalmente sono grato per questo, ma dopo un’analisi completa siamo giunti alla conclusione che abbiamo bisogno di una nuova dinamica di esecuzione nella leadership della nostra banca”. 

Il titolo, arrivato a cedere nell’ultimo anno circa il 30%, rimbalza stamani a Francoforte di oltre il 3% sopra 11,70 euro, con il Dax che guadagna circa mezzo punto percentuale.