Investimenti diamanti, la truffa delle banche e ulteriori

https://www.businessonline.it/ 13 aprile 2018

Non resta che attendere per scoprire dove porterà la class action, come ennesimo capitolo di una vicenda che ha visto banche e broker multati dall’Antitrust.

Investimenti diamanti, la truffa delle b
Diamanti: class action contro le banche

La vicenda della truffa dei diamanti con il coinvolgimento delle banche arriva adesso a un giro di boa. Federconsumatori ha infatti deciso di farsi capofila di una class action con l’obiettivo di ottenere dalle banche il rimborso di quanto investito. Il numero dei coinvolti è ancora incerto, ma alla luce delle tante segnalazioni che arrivano da molte città italiane, come Modena, Forlì, Lodi e Bergamo, sono in tanti ad aver riposto fiducia nella propria banca. Anzi, stando ai 650 clienti nella sola provincia di Modena, senza includere le persone in lista d’attesa, le cifre potrebbero diventare ben maggiori rispetto a quelle inizialmente immaginate.

Fa riflettere scoprire come sette investitori su dieci siano anziani i risparmi complessivamente investiti in pietre preziose ammontano a circa 21,2 milioni di euro. I fatti sono noti e risalgono fino al 2014, al termine di un periodo di 5-6 anni in cui alcuni istituti di credito a rischio di fallimento avevano convinto molti risparmiatori a scommettere nei diamanti come bene rifugio. E in questa operazione un ruolo chiave sarebbe stato svolto dagli specialisti esterni che, insieme ai consulenti della propria banca, avrebbero assicurato un investimento sicuro. Peccato però che le cose non siano andare proprio così con i risparmiatori che hanno perso in media tra il 60% e il 70% della cifra.

Non resta allora che attendere per scoprire dove porterà la class action, come ennesimo capitolo di una vicenda che ha visto banche e broker multati dall’Antitrust. Più esattamente, l’Autorità garante della concorrenza e del mercato aveva sanzionato per oltre 13 milioni di euro Banco Bpm, Intesa San Paolo, Monte dei Paschi di Siena, Unicredit e i broker Diamond Private Investment e Intermarket Diamond Business. Ma dal punto di vista dei risparmiatori si è trattato di un provvedimento fine a se stesso perché fino a questo momento non hanno visto un solo euro rimborsato. In media hanno investito somme tra 5.000 e 10.000 euro con l’evidente difficoltà a rientrare nell’investimento.

Come hanno risposte le banche

Vale la pena fare presenza che, stando a quanto riferito da Federconsumatori, Intesa San Paolo e Unicredit avrebbero accettato di rimborsare i risparmiatori, seppur con condizioni da verificare, mentre Monte dei Paschi e Banco Bpm a Milano si stanno trincerando dietro al silenzio. Ma la battaglia è appena agli inizi perché il sodalizio ha annunciato di presentare in blocco richieste individuali affinché le banche sappiano che si tratti una richiesta organizzata di più risparmiatori. Il passo successivo è appunto una class action ovvero la soluzione giudiziarie per ottenere il rimborso di quanto investito.

*****************

PER BANCO BPM E’ UN CLASSICO DI GIUSEPPE CASTAGNA NON RISPONDERE E FARE SCENA MUTA ALLA “NAPOLETANA” — COME LEGGERETE NEL MIO BLOG A TUTTE LE DOMANDE FATTE LE STESSE  NON HANNO MAI AVUTO RISCONTRO DA PARTE SUA NON SOLO MA NEMMENO ALL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI A NOVARA DELL’ANNO 2016 DOPO AVER DEPOSITATO LA RELATIVA DOCUMENTAZIONE AL NOTAIO PRESENTE IN SALA E ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA . PERTANTO DOVETE AGIRE NELLE SEDI COMPETENTI.

VI CONSIGLIO PER QUANTO RIGURDA BANCO BPM DI PROCEDERE CONTRO IL SIG GIUSEPPE CASTAGNA CHE NE RISPONDE PER NOME E CONTO DELL’ISTITUTO.