Ottimismo da earning season fa volare Wall Street e Piazza Affari. Fink (BlackRock): bisogna stare 100% in azioni

Titta Ferrero finanzaonline.com 12 aprile 2018

Le aspettative per la nuova earning season, che dovrebbe trovare il forte sostegno della riforma fiscale voluta da Trump, stanno spingendo oggi l’azionario globale che mette in secondo piano le tensioni geopolitiche. Dopo la prima ora di scambi Wall Street viaggia in rialzo di circa 1 punto percentuale trascinando al rialzo anche Piazza Affari. L’indice Ftse Mib sale dell’1,16% a 23.280 punti, sui massimi dal 2 febbraio. Da inizio mese l’indice guida di Piazza Affari segna un progresso di quasi il 4%.

Gli analisti sono molto positivi per la tornata di trimestrali al via questa settimana. Secondo le stime elaborate da Thomson Reuters, gli utili voleranno ai massimi degli ultimi sette anni con un +18,4% rispetto a un anno fa. Dopo l’antipasto odierno di BlackRock, domani toccherà a big bancarie quali Citigroup, JP Morgan e Wells Fargo.

Fink: riforma fiscale ha esteso ciclo economico

Il ceo di BlackRock, Larry Fink, vede il mercato scattare in avanti se la tornata di trimestrali si dimostrerà realmente forte. Il grande rischio è quello di una guerra commerciale che “potrebbe mutare lo scenario di crescita economica e mettere in pericolo le azioni”, ha detto oggi il ceo di BlackRock.
“Passiamo troppo tempo a parlare di tempistiche di mercato – ha aggiunto Fink, co-fondatore del più grande gestore di fondi al mondo – mentre la chiave per gli investitori è rimanere sul mercato. Dovresti essere al 100% in azioni”. Fink non si sbilancia su quale fase sta attraversando attualmente il ciclo economico, ma ritiene che il taglio delle tasse approvato dall’Amministrazione Trump ha esteso il ciclo.

BlackRock sforna utile a utile a +27% grazie a boom ETF

Il maggiore asset manager del mondo, BlackRock, ha riportato nel primo trimestre dell’anno un utile netto adjusted pari a 1,092 miliardi di dollari, in crescita del 27% rispetto all’analogo trimestre dello scorso anno. L’Eps adj è di 6,70 dollari (+28%). Battute le attese del mercato che erano ferme a 6,39 dollari. Un forte traino continua ad arrivare da iShares con i flussi per 34,6 miliardi di dollari verso gli ETF. Di contro la gestione attiva di fondi comuni di investimento a servizio di investitori istituzionali come fondi pensione e compagnie assicurative ha visto 7,1 miliardi di deflussi.

Il dividendo cash trimestrale è stato alzato del 15% a 2,88 dollari per azione.

“I clienti hanno continuato a utilizzare i prodotti iShares nei loro portafogli per generare rendimenti attivi e come strumenti semplici ed efficienti per gestire l’esposizione al rischio a fronte della volatilità del mercato”, ha dichiarato il ceo di BlackRock, Larry Fink.

Lo scorso anno, le attività investite in ETF negli Stati Uniti sono aumentate del 34%, raggiungendo un valore record di 3,42 trilioni di dollari (dati ETFGI), con una raccolta di 874 miliardi, più del doppio rispetto al precedente record del 2016. Nell’ultimo decennio, i fondi azionari gestiti attivamente hanno registrato deflussi netti di 1.100 miliardi, mentre i fondi indicizzati e gli ETF hanno raccolto 1.400 miliardi di dollari (dati Investment Company Institute).

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...