Ex Carifac, entro il 7 maggio il trasferimento delle filiali

CRONACHEDIANCONA.IT 16 APRILE 2018

Nell'ex sede di Carifac di via Dante sono state tolte definitivamente le insegna Carifac

La ex Carifac, divenuta Veneto Banca e poi Intesa Sanpaolo, ha comunicato i propri correntisti che sta riorganizzando le filiali. Gli sportelli storici della città chiudono per dar spazio all’unico sportello della sede centrale, quella che fa angolo tra Via Don Riganelli e Via Dante. Nel cosiddetto “Palazzo di Vetro”, da qualche giorno le vecchie insegne sono state definitivamente tolte.

Sono 4 gli sportelli che chiudono definitivamente entro il 7 maggio 2018: lo sportello di piazzale Matteotti, quelli di via Martiri della Libertà, di via Dante e del Corso della Repubblica. Tutte sedi a cui i fabrianesi erano naturalmente affezionati; lo stesso dicasi per il bancomat di fronte al vecchio ingresso dell’ospedale Profili, comodo e provvidenziale per le persone anziane e malate. Nessun ridimensionamento, a sentire le voci che circolano tra alcuni dipendenti, e la banca ha comunicato ai correntisti che riceveranno lo stesso trattamento in filiale. “Nulla cambia per quanto riguarda le condizioni economiche e contrattuali e le deleghe eventualmente rilasciate a terzi; per sua comodità” – si legge nella nota dedicata al correntista di Intesa San Paolo  – le forniamo alcune informazioni sui prodotti e servizi che consentono di entrare in banca in qualsiasi momento della giornata, anche comodamente da casa”.  Intesa San Paolo elenca tutti i servizi che restano in piedi, cercando di ovviare ala chiusura delle filiari, e punta cioè molto sulla sede centrale e sui servizi online, sulle casse veloci automatiche dove ad esempio è sempre possibile con “le carte di debito e alcune carte prepagate, prelevare, fare versamenti” o “ricaricare carte prepagate, oltre che disporre bonifici, pagare MAV e fare  pagamenti”, come si legge nella lettera ai correntisti. Ma il problema rimane per gli anziani e gli abitanti delle frazioni, o delle zone fuori mano rispetto a viale Dante, come il Borgo che si trova dalla parte opposta di Fabriano. Il parcheggio inoltre è limitato e i residenti delle frazioni sono ad ogni modo in difficoltà. Di certo i servizi online non possono sostituire gli operatori di fiducia per le persone che non hanno dimestichezza con l’home banking e internet, i non nativi digitali (e i nativi digitali) e chi ha bisogno di consulenze e informazioni particolari. (S.B.)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...