UNA NOSTRA MODESTA PROPOSTA A FERRUCCIO DE BORTOLI ED A TUTTA LA STAMPA PER LA RIDUZIONE DEL DEBITO PUBBLICO, E “FATE PRESTO”

Fabio Lugano scenarieconomici.it 16 aprile 2018

Cari amici,

ormai la stampa italiana, dal Sole 24 Ore (finché c’è) al Corriere, si segnala per il desiderio di rientrare ad ogni costo dal debito pubblico. Addirittura oggi De Bortoli, noto economista, dalle pagine de “Il Corriere”, ci catechizza con la vecchia teoria, ripresa da Cottarelli, che in  fondo è facile, basta raddoppiare, portandolo al 4%, l’avanzo primario di bilancio.

Se fosse rimasto al 4% l’avanzo primario oggi il rapporto tra il debito pubblico e Pil, nonostante la lunga recessione, sarebbe inferiore al 90%. Avremmo uno spazio enorme per fare investimenti pubblici. Drammaticamente mancati finora. Il mio pezzo per l’@L_Economia di oggi

10:40 – 16 apr 2018


127


140 utenti ne stanno parlando

Abbiamo giù scritto quanto enorme questa cifra sia e quali effetti deflattivi e depressivi avrebbe il suo inseguimento, ma dato che si insiste sul tema noi proponiamo di passare dalle parole ai fatti.

L’IVA sui quotidiani è agevolata, al 4% e “Monofase”, cioè applicata solo dall’editore. Un regime agevolato francamente difficile da comprendere , visto che i giornali, tra l’altro anche quelli online, non sono un bene necessario, anzi talvolta sono dannosi.  I Giornali non sono il Pane, o il Latte.

In un momento in cui si chiede sacrifici a chiunque, anche agli ammalati, anche a poveri, per poter avere il famoso avanzo primario e pagare i debiti, chiediamo che volontariamente gli editori di giornali rinuncino al regime agevolato del 4% ed applichino come minimo l’IVA al 22%. Anzi ci aspettiamo che su spinta dei grandi giornalisti come De Bortoli richiedano un’IVA speciale, assimilabile alla vecchia IVA sui beni di lusso, al 32%. Siamo sicuri che IL SOLE24ORE ed il Corriere saranno in testa a questa richiesta, anzi magari richiederanno il 40%.

Siamo consci che nulla funziona più che l’esempio. Vedendo gli editori e i giornalisti strapparsi le bende e cavarsi il sangue per il bene dell’Italia, del Bilancio, dell’Europa, dei Creditori, gli Italiani non saranno da meno e, volontariamente, doneranno l’Oro per il Debito. Se i quotidiani , anche online, venderanno di meno amen, comunque si sarà fatto del bene per l’informazione del cittadino italiano.

Sino ad allora  sarebbe mio umile e modesto desiderio che questi Grandi Giornalisti e Giornali la smettessero di voler risanare il debito coi soldi DEGLI ALTRI. Perchè di ipocriti  ce ne sono già abbastanza…

Grazie Mille.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...