Un blitz delle “Iene” a Valenza? Svelato il mistero: da un consulente per i “diamanti delle banche”

PIERO BOTTINO la stampa.it 17 aprile 2018

 

L’inviato delle Iene Luigi Pelazza sta preparando un servizio sui diamanti venduti dalle banche

 
La settimana scorsa la notizia che una troupe delle Iene era stata in città e aveva visitato Oro & Oro in via Galimberti ha fatto presto a spargersi in un piccolo centro dove tutti si conoscono. Ma essendo misterioso il motivo del blitz quasi tutti ci hanno ricamato sopra: «Chissà che cosa hanno combinato», «C’era anche la Guardia di Finanza», addirittura «Hanno messo la ditta sotto sequestro». Alla fine sono stati gli stessi fratelli Greco, titolari di Oro & Oro, a voler chiarire assieme alle altre due persone coinvolte: il gemmologo Pio Visconti e la moglie Gabriella.  

 

«Niente di particolare – dicono questi ultimi – le Iene si sono rivolte a noi per una consulenza». Il tema del servizio di Luigi Pelazza era per l’appunto la vendita di diamanti da parte delle banche come bene rifugio o ancor più d’investimento. Ma alla fine molti sono rimasti scottati ed è intervenuta anche l’Antitrust dopo una denuncia di Altroconsumo: «Lo scorso ottobre – dicono all’associazione di consumatori – ha multato per più di 15 milioni due società venditrici di diamanti e quattro banche che hanno venduto a prezzi gonfiati le loro pietre a ignari clienti, spacciandoli per investimenti sicuri e senza informare dei rischi reali e dell’impossibilità di rivendere i preziosi acquistati. Le banche sono Intesa San Paolo, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena e Banco BPM, assieme alle due società IDB e DPI». 

 

«A noi – dice Pio Visconti – Pelazza è arrivato probabilmente perché sono il decano dell’Associazione gemmologi, che ha la sede operativa del Nord Italia nel mio laboratorio valenzano». Sia come sia la «Iena» ha portato un diamante e ha chiesto a Visconti di analizzarlo e stabilirne le caratteristiche. «Poi mi ha chiesto quanto poteva costare e allora gli ho risposto che non essendo un’azienda commerciale non potevo fare prezzi». Qui entra in scena Oro & Oro: «Le Iene sono venute qui – dice Giovanni Greco – con quel diamante e noi ci siamo limitati a valutarlo in base ai prezziari internazionali: era di mezzo carato, valeva tre mila euro». Invece era stato venduto dalla banca? «Mi pare che Pelazza abbia parlato di 9 mila euro». Tre volte tanto.  

 

«In realtà – spiega Visconti – le banche non assicurano di ricomprare la pietra al prezzo pagato loro, ma semplicemente che la metteranno sul mercato a quella cifra, in attesa di un compratore». E se non arriva? «Eh, chi ha avuto ha avuto». Il punto è che «un diamante è per sempre» come recitava il felice slogan della De Beers, la storica multinazionale egemone nel settore, ma considerarlo come bene rifugio comporta qualche rischio, in quanto la valutazione si basa su caratteristiche (le famose quattro «C»: Carat, Clarity, Colour, Cut) che possono essere giudicate con certezza solo da un esperto dotato dell’opportuna strumentazione. Certo, ci si può fidare, ma come sempre la delusione è dietro l’angolo. Come dovrebbe spiegare appunto Palazza: «Il servizio sui diamanti va in onda nella puntata di mercoledì». Mercoledì sera, dunque, si saprà.  

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...