Il Btp Italia torna e si “allunga”

SB finanzareport.it 20aprile2018

Nuova emissione dell’ormai celebre titolo indicizzato all’inflazione: la durata sarà di 8 anni

Se l’Italia è al primo posto in Europa per bond rischiosi nel portafoglio dei risparmiatori, come evidenziato dalla Bce, torna nei prossimi giorni il Btp Italia, titolo indicizzato all’inflazione dedicato proprio al pubblico retail, ma che riscuote successo anche fra gli istituzionali.

Lo ha annunciato il nuovo direttore del debito del Tesoro, Davide Iacovoni, successore della “zarina del debito” Maria Cannata.

L’emissione avverrà dal 14 al 17 maggio. La durata del titolo tornerà ad 8 anni, contro i 6 recentemente sperimentati. Per il resto il nuovo Btp Italia avrà le stesse caratteristiche dei collocamenti precedenti: ossia cedole semestrali indicizzate all’indice dei prezzi al netto dei tabacchi FOI (famiglie di operai e impiegati), a cui si aggiunge il pagamento del recupero dell’inflazione maturata nel semestre (con la previsione di un tetto al ribasso in caso di deflazione che garantisce che le cedole effettivamente pagate non siano inferiori al tasso reale garantito definitivo). Il rimborso è unico a scadenza e, a chi acquista l’emissione durante la fase del collocamento dedicata ai risparmiatori individuali e conserva il titolo fino al termine naturale, verrà corrisposto un “premio fedeltà”.

Il titolo sarà collocato in due fasi: la prima, da lunedì 14 a mercoledì 16 (tre giorni riducibili a due in caso di chiusura anticipata), sarà riservata ai risparmiatori individuali; la seconda, che si svolgerà nella sola mattinata del 17 maggio, sarà riservata agli investitori istituzionali. Per i risparmiatori non sarà applicato alcun tetto massimo, assicurando la piena soddisfazione degli ordini. La possibilità di riparto è invece prevista per gli investitori istituzionali.