Tim, vince Elliott e ribalta il Cda

SN finanzareport.it 4 maggio 2018

Il fondo Usa passa al fotofinish con l’appoggio determinante della Cdp e raggiunge il suo obiettivo si cambiare la governance

Elliott ha vinto la sfida per il Cda di Tim con un voto al fotofinish nell’attesissima e “gremita” (presente o rappresentato il 66,7%) assemblea di Rozzano. Il fondo Usa ribalta così i rapporti di forza nel board di Telecom, raggiungendo così il suo obiettivo di cambiare la governance, con Vivendi che piazza comunque 5 suoi consiglieri (pur avendo il 24% del capitale contro il 9% scarso dell’hedge fund americano, coadiuvato nell’occasione da altri fondi e dalla stessa Cdp).

Questo l’esito del voto: per Elliott si è espresso il 49,84% del capitale presente in assemblea, mentre alla media company francese è andato il 47,18%. Gli asetnuti sono stati il 2,38% e i contrari lo 0,6%.

Per Elliott entrano in cda Fulvio Conti, Alfredo Altavilla, Massimo Ferrari, Paola Giannotti de Ponti, Luigi Gubitosi, Paola Bonomo, Maria Elena Cappello, Lucia Morselli, Dante Roscini e Rocco Sabelli. Per Vivendi Amos Genish, Arnaud de Puyfontaine, Marella Moretti, Michele Valensise e Giuseppina Capaldo.

Lunedì la prima riunione del Cda. Si tratta ora di vedere quali saranno le mosse del numero uno uscente Amos Genish.

In Borsa poco dopo le 14,30 il titolo Telecom scambia sulla parità recuperando le perdite della mattinata.