Warren Buffett parla agli azionisti. Migliaia di persone accorrono ogni anno per ascoltare l’oracolo di Omaha

Il presidente di Berkshire Hathaway Warren Buffett gioca a ping pong contro un campione del mondo usando una racchetta gigante durante l’incontro annuale dell’azionariato della società a Omaha, 2 maggio 2010.  Rick Wilking/Reuters
  • Il 5 maggio di quest’anno Warren Buffett ospiterà come ogni anno migliaia di azionisti, che si recano in massa a Omaha per avere l’opportunità di assistere a una sessione di Q&A della durata di diverse ore, magari riuscendo anche a porre una delle domande
  • Questo pellegrinaggio annuale ebbe inizi più modesti: la prima edizione si tenne nella sala da pranzo di una delle sussidiarie di Berkshire Hathaway
  • Steve Jordon, giornalista dell’Omaha World-Herald da oltre cinquant’anni, ha raccontato come l’incontro sia evoluto fino a diventare un evento sfarzoso nel libro The Warren Buffett Shareholder: Stories from inside the Berkshire Hathaway Annual Meeting.

 Nel primo weekend di maggio migliaia di persone provenienti da ogni parte del mondo invaderanno Omaha, nel Nebraska, per assistere a una sessione di Q&A con Warren Buffett della durata di oltre sette ore e per spendere montagne di soldi nell’acquisto di prodotti delle società acquisite da Berkshire Hathaway.

Ma l’incontro annuale degli azionisti di Berkshire Hathaway non è stato sempre un evento carnevalesco.

Nella prima edizione, tenuta nel 1973, Buffett e gli altri azionisti si riunirono in una sala da pranzo riservata ai dipendenti di National Indemnity, compagnia assicurativa di Omaha acquisita da Buffett nel 1967. Per evitare di essere interrotti dai lavoratori che volevano prendere un caffè, affissero alla porta un semplice foglio di carta con la scritta “Riunione in corso”.

Steve Jordon, giornalista dell’Omaha World-Herald da oltre cinquant’anni, ha raccontato come l’incontro sia evoluto fino a diventare un pellegrinaggio annuale nel libro The Warren Buffett Shareholder: Stories from inside the Berkshire Hathaway Annual Meeting.

A mano a mano che gli investimenti di Buffett crebbero e attirarono più attenzione da parte dei media il finanziere spostò l’evento nel Red Lion Inn, un locale del centro di Omaha dove nel 1985, ricorda Jordon, circa 250 azionisti stipati in una sala gli posero una serie di domande.

Credit Suisse

Quell’anno la società contribuì a finanziare l’acquisto di ABC da parte di Capital Cities Communication al prezzo di 3,5 miliardi di dollari.

I giornalisti però non erano interessati ad assistere all’incontro. “Quale giornalista finanziario che si rispetti andrebbe mai fino a Omaha per assistere a un incontro annuale degli azionisti, figuriamoci!” scrive Jordon.

Il giornalista riporta che nel 1985 le acquisizioni di Berkshire avevano assunto un ruolo decisivo nel far convergere l’attenzione dell’opinione pubblica sulla società:

La partecipazione agli incontri è aumentata più o meno in parallelo al corso azionario di Berkshire: 1.000 partecipanti nel 1989, 1.400 nel 1990, 4.100 nel 1995, 7.700 nel 1997, 13.000 nel 2000, 17.000 nel 2001, 19.500 nel 2004 e 35.000 nel 2009, fino a un picco di 40.000 persone circa nel 2015. Anche le sedi utilizzate sono state via via più grandi: il Joslyn Art Museum, l’Orpheum Theater, l’Holiday Inn Convention Center, il Coliseum di Aksarben, il Civic Auditorium e nel 2004 il Qwest Center, che all’epoca era stato appena aperto e che oggi porta il nome di CenturyLink.

Quando l’incontro annuale arrivò nel centro di Omaha,Buffett lo spostò di sabato per evitare di influire sui parcheggi disponibili per i lavoratori. CenturyLink offre molti parcheggi e Buffett avrebbe voluto tornare al lunedì, ma gli azionisti gli hanno detto che preferivano i weekend. Così il giorno prescelto è rimasto il sabato.

Buffett è diventato conosciuto nel mondo intero, ed è tuttora lui la grande attrazione che porta qui la gente. Stiamo parlando di un uomo che molti definiscono il più grande investitore al mondo, con un vice che potrebbe essere considerato la spalla più meravigliosa del mondo. Li vedi di persona. Racconti ai tuoi amici e clienti quello che ha detto Charlie [Munger, il vicepresidente di Berkshire]. Magari decidi addirittura di realizzare un certo investimento sulla base delle osservazioni di Warren. Se sei fortunato e perseverante puoi avere l’opportunità di scattare una fotografia di Buffett mentre getta un quotidiano a terra.

A volte quest’evento viene definito una riunione tribale o un pellegrinaggio.

“Saresti contento di stringere la mano a Muhammad Ali?” ha chiesto una volta il proprietario di un bar di Omaha. “Saresti contento di stringere la mano a Babe Ruth? Buffett è più importante di entrambi nel mondo degli affari. È il migliore che esista.”

La sala da pranzo in cui le riunioni di Berkshire si tenevano inizialmente potrebbe essere difficile da localizzare oggi, perché l’edificio è stato trasformato in un residence dopo che National Indemnity ha cambiato sede.

Nel 2015 la sala ha fatto un’ultima apparizione – perlomeno dal punto di vista simbolico – nel CenturyLink Center di Omaha, una struttura da 18.300 posti. Tra gli stand che vendevano capi di abbigliamento Fruit of the Loom e caramelle Mrs. See, scrive Jordon, è stato ricreato un gruppo di tavoli e di sedie con gli stessi portatovaglioli cromati usati in quella sala da pranzo nelle prime edizioni.