La truffa dei diamanti, a Verona persi 2 milioni

CITTADINI CORRONO DA ADICONSUM

Sono un centinaio i veronesi, vittime dell’ennesimo caso di risparmio tradito per un controvalore di circa due milioni di euro, che si sono rivolti ad Adiconsum Verona per chiedere tutela. Chi, infatti, qualche tempo fa ha investito in diamanti ora si ritrova con un pugno di mosche in mano.

“Quello dei diamanti – evidenzia Davide Cecchinato, presidente di Adiconsum Verona – doveva essere un investimento sicuro proprio perché faceva leva su un bene rifugio il cui valore non poteva che crescere. La doccia fredda è arrivata quando l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato le due principali società del settore, congiuntamente ad alcune banche, per pratiche commerciali scorrette. Ad ottobre è attesa la pronuncia del Tar sul provvedimento. Di certo oggi i risparmiatori si trovano con pietre che non hanno più il valore dichiarato ma valgono una somma nettamente inferiore. Non tutti i risparmiatori sono stati rimborsati. Vogliamo pertanto essere al fianco dei cittadini che, ad oggi, non hanno avuto soddisfazione”.

Per aiutare i consumatori a comprendere come far valere i propri diritti, Adiconsum Verona ha organizzato un incontro pubblico rivolto a tutti i cittadini. L’appuntamento è per martedì 8 maggio 2018 alle ore 18 nella sala conferenze “Erminio Lucchi”, in Piazzale Olimpia.