Toti: “Marinella a marcire, privati coperti da politica”. Pd: “Volpi ha finto”

http://www.cittadellaspezia.com/6 maggio 2018

La cupa situazione della Tenuta al centro di una calda domenica elettorale. Il Gov: “Serviva un sindaco diverso”. I Dem: “Renovo voleva salvare azienda”.

Toti: "Marinella a marcire, privati coperti da politica". Pd: "Volpi ha finto"

Sarzana – Val di Magra – Il patatrac di Marinella continua ad essere tema centrale – un po’ a babbo morto – della campagna elettorale sarzanese. Stamani in Piazza Luni, in occasione della presentazione dei candidati del centrodestra, il governatore Giovanni Totiha preferito la sciabola al fioretto. “La Tenuta di Marinella abbandonata per trent’anni, una vergogna nazionale – ha detto -. Gli azionisti che la possiedono dovrebbero ricordarsi che, sì, la proprietà privata in questo Paese è garantita e tutelata, ma deve avere anche una funzione sociale. Non puoi tenere la Tenuta lì a marcire, magari spalleggiato – anzi, coperto – da un potere politico che in quelle banche e aziende ha sempre pesato. Ecco, avere un sindaco che dice che una situazione del genere non va è il minimo che i cittadini possano chiedere alla politica”.

Qualche ora dopo, è stato il Partito democratico a metter fuori la testa, con un intervento del Comitato politico pd, l’organo che sta guidando i Dem sarzanesi dallo scorso autunno. “Se qualcuno poteva avere qualche dubbio sull’ostinata volontà di Marinella Spa di disfarsi dell’azienda agricola, licenziando tutti i dipendenti e cancellando un marchio ed una storia del nostro territorio, oggi, alla luce di quanto rivela Renovo, non potrà più avere esitazioni”. La nota Pd riprende quindi quanto dichiarato dalla menzionata Renovo giusto ieri (QUI).

Il comitato passa poi a prendersela col Gov. “Ciò che, però, più impressiona in questa vicenda – si legge nel documento – è il ruolo svolto da Toti. Inizialmente, sosteneva che la vicenda Marinella era una questione tra privati, per cui Sarzana, Ameglia e Regione Liguria non avrebbero dovuto intromettersi. Verificato che la tesi sopra accennata era inconsistente e indifendibile , è comparso , quasi magicamente, Volpi con l’ evidente scopo, come è facile intuire dalle dichiarazioni di venerdì scorso rese dai liquidatori di Marinella, di ostacolare l’iniziativa di Renovo. Volpi, infatti, sostenuto nell’iniziativa da Toti, ha finto di essere interessato ad acquistare l’ intera proprietà di Marinella Spa, compresa l’ azienda agricola (ce li vedete Volpi e Fiorani?). Poi, pochi giorni prima della chiusura della fattoria e del licenziamento dei lavoratori, ha ritirato un’offerta mai formalizzata. Oggi tutti sanno che c’era una società, la Renovo, che ha tentato di salvare l’azienda ed il suo territorio. C’è una proprietà invece, il Monte dei Paschi e soci, che ha voluto disfarsi della fattoria per tentare di ottenere ben altri valori rispetto a quelli attuali, propri dei terreni agricoli. Ed un Governatore, Toti, che astenendosi dall’ interferire sulla vicenda in un primo momento e sostenendo, poi, la ‘meritoria’ iniziativa di Volpi, ha determinato l’attuale situazione. Tutto questo i Sarzanesi dovranno tenerlo ben presente il 10 giugno quando dovranno decidere delle sorti della nostra città”.