Carige, Apollo vince arbitrato su assicurazioni

Rosario Murgida finanzareport.it 8 maggio 2018

La camera arbitrale di Milano respinge le richieste della banca ligure di annullare l’accordo firmato nel 2014 nel campo della distribuzione delle polizze assicurative. Titolo sulla parità a Piazza Affari

Primo punto a favore nella contesa tra Carige e Apollo sulla vicenda dell’accordo per la distribuzione di prodotti assicurativi.

La vicenda nasce nel 2014 con la cessione delle attività assicurative della banca ligure alla Amissima Holding controllata dal fondo americano. Dopo di che Carige, su pressioni del suo azionista di maggioranza relativa Vittorio Malacalza, aveva avviato l’iter per un’azione di responsabilità contro l’ex presidente Cesare Castelbarco e l’ex amministratore delegato Piero Montani in quanto riteneva contro i suoi interessi gli accordi firmati con gli americani. La banca ha chiesto inoltre un risarcimento di 1,25 miliardi ai suoi due ex dirigenti e ai manager del gruppo Apollo.

Inoltre nel 2016 Carige ha deciso di depositare presso la Camera Arbitrale di Milano un’istanza di arbitrato per chiedere una dichiarazione di nullità per alcune clausole inserite nell’accordo stipulato con Amissima Vita, la ex Carige Vita Nuova. In particolare, Carige aveva chiesto l’annullamento delle clausole sull’obbligo di esclusiva, sugli obiettivi di distribuzione e sulle penali e pertanto “la nullità dell’intero accordo o, comunque, la perdita di efficacia dello stesso”.

Alla richiesta di arbitrato aveva replicato Amissima Holding con una richiesta di risarcimento dei danni da circa 500 milioni di euro.

Ieri, secondo quanto rivelato dalla società dei fondi di Apollo, la camera arbitrale, “con lodo emesso all’unanimità, ha respinto le richieste formulate da Carige confermando la piena validità ed efficacia dell’accordo di distribuzione in vigore con Amissima Vita, sottoscritto al momento della cessione delle due compagnie Amissima Vita e Amissima Assicurazioni ad Amissima Holdings, società posseduta dal fondo Apollo”.

Il Gruppo Amissima, sempre che non ci sia un passaggio successivo nelle aule dei tribunali giudiziari, ha espresso la fiducia “che la decisione possa rappresentare un ulteriore stimolo per continuare a lavorare con il nuovo management di Banca  Carige  con rinnovata energia, consolidando gli ottimi risultati commerciali nei prodotti Vita e Danni registrati in questi primi mesi del 2018”. Si tratta, in particolare, di una raccolta premi superiore a 800 milioni di euro.

La sentenza arbitrale non sembra aver comunque effetto sull’andamento delle azioni della banca ligure. Alle 9,30 le azioni vengono trattate sulla parità nonostante l’intonazione negativa del mercato milanese.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...