Creval, i conti deludono le attese

Rosario Murgida finanzareport.it 9 maggio 2018

Si va verso la chiusura di 50 filiali. Raggiunto accordo per la cessione di nuovi crediti deteriorati al Credito Fondiario

In una seduta di rimbalzo per molti titoli bancari a Piazza Affari, spicca l’andamento negativo del Credito Valtellinese.

Il titolo della banca lombarda è arrivato infatti a perdere oltre il 2% pagando la pubblicazione di risultati trimestrali peggiori delle attese del mercato, in particolare sul fronte del risultato netto. Creval ha infatti registrato una perdita di 30 milioni di euro, che si confronta con l’utile di 2,3 milioni conseguito nel pari periodo dell’anno scorso e soprattutto con il rosso di appena 3 milioni previsto dal consenso degli analisti.

Negativo anche il risultato della gestione operativa per 13,5 milioni, contro il dato positivo per 54 milioni di un anno fa, mentre i proventi operativi sono calati del 10% a 166 milioni per effetto di un declino dell’11% del margine di interesse a 88,6 milioni che ha annullato la crescita del 4,3% delle commissioni nette a 70,6 milioni.

Grazie al recente aumento di capitale da 700 milioni di euro, il Creval ha comunque mostrato un’elevata solidità patrimoniale con il Core Tier 1 al 14,4%, il Tier 1 al 14,5% e il Total Capital Ratio al 16,2%. A tal proposito, sempre ieri, Bankitalia ha comunicato i requisiti frutto dell’esame Srep che l’istituto è tenuto a rispettare a partire dalla segnalazione sui fondi propri al 30 giugno 2018. Il Core Tier 1 minimo è stato fissato al 7,075%, in calo rispetto al precedente target del marzo 2017 al 7,75%, il Tier 1 all’8,813% e il Total Capital Ratio all’11,125%.

L’istituto valtellinese ha inoltre comunicato una serie di azioni volte a raggiungere gli obiettivi del piano 2018-20, a partire dall’ottimizzazione della rete operativa con la chiusura di altre 50 filiali. Gli sportelli scenderanno così a 361 per arrivare a 350 alla fine dell’anno.

Inoltre è stato siglato un accordo con il Credito Fondiario per la cessione di un portafoglio di sofferenze e inadempienze probabili verso imprese per lo più del settore immobiliare per un valore lordo di libro di 222 milioni di euro a un prezzo prossimo al 41%.

In Borsa, il titolo tratta in ribasso, alle 9,40, dell’1,85%, in leggero rintracciamento rispetto alla prima parte di seduta.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...