Messina: «non ci sono più banche venete, c’è solo Intesa»

VVOZ.IT 9 ,AGGIO 2018

Dal prossimo 23 luglio Cassa di Risparmio del Veneto sarà incorporata nella casa madre Intesa San Paolo. Come scrive Piero Erle sul Giornale di Vicenza a pagina 7, la fusione coinvolgerà anche Cassa di risparmio del Friuli Venezia Giulia, a cui faranno seguito in novembre Banco di Napoli e la Cassa di risparmio di Forlì-Romagna, e poi a febbraio 2019 Banca Cr Firenze e le Casse di Bologna, Pistoia e Lucchesia.

Intanto, a margine della presentazione dei conti del primo trimestre 2018, l’ad di Intesa Carlo Messina è intervenuto sull’andamento delle ex BpVi e Veneto Banca con un commento tranchant: «non ci sono più le banche venete: c’è Intesa Sanpaolo. Nell’area del Nord Est stiamo avendo buone performance. L’integrazione informatica sta andando bene, ma questo è tutto».