“Siamo nelle mani di Salvini”, disse l’importante banchiere. “Liquidarlo non sarà indolore”

https://www.maurizioblondet.it/ 9 maggio 2018 Maurizio Blondet

L’articolo è del 6 maggio, su Italia Oggi. Firmato da Giuseppe Turani, giornalista economico di lunghissimo corso, sempre interprete dei poteri forti diciamo così progressisti. “Siamo nelle mani di Salvini”, è il titolo dell’articolo.
A parlare è un “importante banchiere” con cui Turani è a colazione a Milano. L’importante banchiere: «La mia prima preoccupazione è che Berlusconi non riesca a tenere a freno Salvini e che alla fine si faccia un governo Di Maio-Salvini. Sarebbe una catastrofe».
Turani: Ma sarebbero subito bloccati dall’Europa e dai mercati, per fortuna c’è lo spread, che potrebbe rimettersi a volare
Risposta. Non credo a questi automatismi. Sono tutte cose che richiedono tempo. Per essere realizzate e per trovare delle alternative. Non si tratta di passaggi semplici .
Turani: Ma cosa vuole che combini un governo, eventuale, Di Maio-Salvini.
R. Sa, all’inizio possono fare tante cose demagogiche per procurarsi il favore popolare. E questo renderebbe ancora più difficile una loro liquidazione. Liquidazione che dovrebbe avvenire comunque per vie extra-parlamentari. Insomma, se arriva un governo populista, che fa cose populiste e che ha i voti in parlamento, poi toglierselo di torno non sarà una cosa semplice, e nemmeno indolore.

 

 

Soppesate la paura che traspare, del “favore popolare”, e le minacce. “Liquidazione”  –  “per via extraparlamentare”. “Non sarà indolore”.
Anche il resto dell’intervista è istruttiva.

https://www.italiaoggi.it/amp/news/siamo-in-mano-a-matteo-salvini-2236812?__twitter_impression=true

D. Non pensa che Berlusconi riesca a tenere a freno Salvini impedendogli di andare con i grillini?

R. Berlusconi ha 81 anni e, età a parte, non è più quello di una volta, ha meno voti. In più, Bossi gli doveva molto, Salvini non gli deve niente. Salvini, inoltre, è un moderno conquistatore, uno che guarda dritto al risultato. Di amicizie, solidarietà, tradizioni non gli importa nulla. Lui vuole arrivare al potere e basta. Disponibile a tutto. Oggi il vero pericolo è lui. È lui che potrà darsi un governo di grande coalizione o un governaccio con Di Maio. Sembra incredibile, ma siamo finiti nelle sue mani.

Chissà chi sarà  l’importante banchiere. Uno si domanda quanto sia contiguo a quel Carlo De  Benedetti che ha sparato: “Salvini è antisemita, anti-europeo e finanziato da Putin”.

Salvini ha anunciato querela per diffamazione.  Deve assolutamente farla. Può scucire dei bei soldini.

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...