The Future Makers, quattro giorni per formare i leader di domani

Redazione wired.it 11 maggio 2018

The Boston Consulting Group organizza la terza edizione di The Future Makers, evento dedicato a cento studenti delle università italiane

Un momento delle scorse edizioni di The Future Makers, organizzato da Boston Consulting Group (Foto: Bcg)
Un momento delle scorse edizioni di The Future Makers, organizzato da Boston Consulting Group (Foto: Bcg)

L’obiettivo, spiega Giuseppe Falco, amministratore delegato di The Boston Consulting Group (Bcg) Italia, Grecia e Turchia, è “per restituire al Paese e investire nel futuro“. È questo lo scopo di The Future Makers, un percorso di formazione per ispirare in cento giovani scelti nelle università italiane i valori di leadership, innovazione, pensiero fuori dagli schemi. L’iniziativa della divisione italiana della società di consulenza statunitense è alla terza edizione. Dal 14 al 17 maggio negli uffici di BcgMilano gli studenti selezionati si confronteranno con big dell’economia, della scienza e della tecnologia. Figure come il fondatore del popolare videogame Candy Crush, Riccardo Zacconi. O l’amministratore delegato del marchio di cosmesi, Kiko. O ancora, il direttore scientifico dell’ospedale Humanitas di Milano, Alberto Mantovani.

I cento studenti selezionati, ragazze e ragazzi tra i 23 e i 26 anni, provengono dalle università e dalle facoltà di tutta Italia.

Per quattro giorni si immergeranno in una serie di incontri, dibattiti, laboratori con 30 esperti di Bcg e relatori autorevoli. Da Alan Iny, esperto di creatività applicata al business, al direttore del Museo egizio di Torino, Christian Greco. Nelle precedenti edizioni gli studenti si sono confrontati con figure come l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, quello di Eataly, Andrea Guerra, il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, l’atleta parolimpica Bebe Vio e il commissario straordinario per l’attuazione dell’agenda digitale, Diego Piacentini.

L’obiettivo di The Future Makers è contribuire alla formazione delle giovani generazioni, i leader del futuro, e offrire loro un’occasione di incontro e scambio con i rappresentanti della business e social community italiana e internazionale“, spiega Bcg, società di consulenza nata nel 1963, in una nota. I cento studenti sono stati selezionati da una base di oltre 12mila persone incontrate in vari atenei di Italia

Aggiunge Falco: “The Future Makers è un’iniziativa formativache continua ad avere un grande impatto sulla crescita professionale e personale dei giovani. Tra i partecipanti delle edizioni precedenti, che hanno terminato gli studi, oltre il 90% ha trovato lavoro”. Wired Italia è media partner della quattro giorni e trasmetterà sul suo sito e sulla pagina Facebook le dirette streaming di alcuni incontri degli studenti con gli ospiti internazionali dell’evento.