Vent’anni dopo il Concorde potrebbe tornare il volo di linea supersonico. Più conveniente, più veloce, più silenzioso

  • Mark Matousek businessinsider.com 13 maggio 2018

Un rendering del jet AS2 di Aerion. Aerion
  • Dal 2003 il volo supersonico è stato assente dall’industria aeronautica.
  • Le compagnie aeree sperano di introdurre una nuova generazione di jet supersonici nel prossimo decennio.
  • Stanno promuovendo nuovi design e materiali che ritengono possano migliorare le prestazioni.

Dal momento in cui il Concorde è stato ritirato dal mercato nel 2003, il volo supersonico è stato assente dall’industria aeronautica. Quindici anni dopo, tre startup e un importante fornitore del Dipartimento della Difesa americano stanno pianificando il suo ritorno.

Il Concorde fece il suo primo volo commerciale nel 1973 e, per quasi 30 anni, permise ai suoi clienti di dimezzare i tempi dei loro viaggi. Per volare da New York a Londra con un Concorde si impiegherebbero tre ore e mezza, rispetto alle sette ore circa di un volo standard.

Leggi anche: Branson salta sul nuovo supersonico: da Londra a New York in 3 ore e 15′

Ma il jet supersonico era costoso da gestire e la combinazione di un incidente mortale nel 2000 e della crisi economica scoppiata dopo l’11 settembre 2001 hanno portato al suo pensionamento anticipato nel 2003.

Boom Supersonic vuole rendere convenienti i voli

Boom Supersonic ritiene che i biglietti per l’XB-1 costeranno tanto quanto le odierne tariffe di un viaggio in business class. Boom

Le aziende che stanno lavorando alla progettazione dei successori del Concorde credono che design e materiali migliori si tradurranno in prestazioni superiori. Ma i loro velivoli saranno ancora costosi da far funzionare e, dati i regolamenti attuali, non sono in grado di sorvolare la terraferma negli Stati Uniti e in molti altri Paesi a causa del boom sonico che producono.

A causa di questi vincoli, la prossima generazione di aerei supersonici si concentrerà principalmente sui viaggiatori d’affari e su clienti facoltosi che solitamente volano su jet privati invece che sugli aerei commerciali.

Ma una startup, Boom Supersonic, pensa che i suoi clienti saranno in grado di acquistare i biglietti per viaggiare sul proprio velivolo XB-1 da 55 posti a un prezzo simile a quello delle attuali tariffe previste in business class. La compagnia dice che sarà in grado di far volare il proprio aereo a 2.716 chilometri orari (1.234,8 chilometri orari è la velocità del suono), che lo renderebbe l’aereo commerciale più veloce della storia.

L’XB-1 sarà realizzato in fibra di carbonio con caratteristiche di design e progettazione che, secondo la compagnia, miglioreranno le sue qualità aerodinamiche. Boom ha già ricevuto oltre 75 preordini per l’aereo che prevede di consegnare nel 2023, da clienti tra cui Japan Airlines e Virgin Group. Martedì 24 aprile 2018 Ctrip, la principale agenzia viaggi online della Cina, ha annunciato il suo investimento nella società.

Spike Aerospace crede di aver superato il problema del boato sonico

Spike pensa che la forma dell’S-512 aiuterà a ridurre il suo impatto sonico. Spike Aerospace

I concorrenti di Boom si concentreranno sui manager aziendali che possono permettersi di pagare una cifra extra per ridurre i tempi di viaggio. Come Boom, pubblicizzano i loro disegni e materiali.

L’amministratore delegato di Spike Aerospace Vik Kachoria ha detto che il jet S-512 da 18 posti della compagnia ridurrà il suo impatto sonico a un livello che potrebbe essere accettabile per i voli sopra la terra grazie alla sua forma “a gomito” che assomiglia al Concorde con in più solo la rimozione di una piccola parte delle ali. La compagnia dice che il jet sarà in grado di volare a una velocità di 1.975 chilometri orari, producendo un livello di rumore percepito inferiore a 75 PLdB, un valore più basso rispetto ai 105 PLdB del Concorde. La Nasa ha detto che 75 PLdB è il livello al quale un velivolo supersonico può sorvolare la terra senza generare un eccessivo rumore.

“Gli strumenti ingegneristici che non erano disponibili quando il Concorde è stato progettato ora ci permettono di esaminare attentamente l’aereo e ottimizzare le sue forme in modo tale da renderlo più efficiente in termini di consumo di carburante, più silenzioso quando vola – riducendo così il boato sonico – e fornendo ai passeggeri una migliore esperienza di viaggio”, ha detto Kachoria in un’intervista a Business Insider.

La cabina principale dell’aereo sostituisce i finestrini con schermi avvolgenti che consentono ai passeggeri di guardare film, visualizzare presentazioni di PowerPoint o guardare filmati catturati dalle telecamere piazzate all’esterno del jet. Spike prevede di consegnare l’aereo nel 2023.

Aerion Supersonic spera di essere il primo sul mercato

Aerion ritiene che il suo jet AS2 sarà il primo sul mercato. Aerion

Spike gareggerà direttamente con Aerion Supersonic, che mira a consegnare il suo jet AS2 a 12 posti con una velocità massima di 1728 chilometri orari, nel 2025. La compagnia ha ricevuto un ordine di 20 aerei dalla società Flexjet, e il presidente esecutivo e amministratore Brian Barents ha detto che l’aereo sarà il primo ad arrivare sul mercato.

“Siamo sulla buona strada per portare sul mercato questo aeroplano ed essere i primi a venderlo”, ha affermato in un’intervista a Business Insider.

Barents ha sottolineato l’importanza dell’utilizzo della fibra di carbonio nella costruzione dell’AS2, affermando che il materiale robusto e leggero è uno degli sviluppi più significativi portati nella tecnologia supersonica, dal momento in cui il Concorde è uscito dal mercato. La fibra di carbonio consente al jet di ottenere un flusso laminare naturale supersonico, una tecnologia proprietaria che secondo quanto afferma l’azienda può ridurre la resistenza aerodinamica delle ali anche del 20% rispetto al Concorde.

“Questi strumenti di progettazione non sono disponibili per nessun altro nel settore”, ha affermato Barents.

Nel dicembre 2017, Aerion ha annunciato un possibile accordo con Lockheed Martin che potrebbe portare a una collaborazione per la realizzazione dell’AS2. Al momento dell’annuncio, Lockheed ha detto che avrebbe aspettato un anno prima di decidere se aderire o meno al progetto.

Lockheed-Martin sta lavorando con la NASA

Un rendering di come potrebbe apparire l’aereo sperimentale di Lockheed-Martin. NASA

David C. Richardson, direttore delle tecnologie dei veicoli aerei della Lockheed’s Skunkworks, ha affermato che negli ultimi 15 anni altre compagnie l’hanno avvicinato per avviare potenziali collaborazioni per la progettazione di velivoli supersonici ma Lockheed ha rifiutato tali proposte per vari motivi, tra cui fondi insufficienti, mercati sottosviluppati e una eccessiva dipendenza dalle stringenti normative.

Richardson ha detto che la proposta di Aerion si è distinta sia per l’ingegneria che sta dietro il modello dell’AS2 oltre al modo in cui Aerion ha descritto il suo potenziale commerciale.

“È stato il rigore del loro lavoro tecnico sull’AS2 e la loro storia di marketing e di business che ci hanno portato a voler imparare di più e scoprire da soli quali potessero essere le possibilità di una eventuale collaborazione insieme”, ha dichiarato a Business Insider.

L’aereo supersonico che squarcerà il cielo senza far rumore di Nasa e Lockheed Martin

Lockheed può anche avere le migliori possibilità di riuscire a incidere sul cambiamento delle regole che vietano il volo supersonico sulla terra. All’inizio di aprile la Nasa ha annunciato che Lockheed aveva vinto un contratto da 209 milioni di euro per costruire un aereo sperimentale progettato per volare a velocità supersoniche senza produrre un boato sonico dirompente. Lockheed consegnerà l’aereo alla Nasa alla fine del 2021, a quel punto l’agenzia spaziale lo testerà sulle città degli Stati Uniti per valutare la quantità di rumore che emette.

I tempi per la consegna degli aerei potrebbero essere troppo ottimistici

Il Concorde è uscito dal mercato nel 2003. AP

È facile esaltarsi nell’ascoltare la nuova generazione di costruttori di velivoli supersonici mentre descrivono le straordinarie capacità dei loro prodotti, ma l’analista dell’aviazione Henry Harteveldt ha affermato che alcune delle loro affermazioni andrebbero prese con le pinze.

Harteveldt, come Kachoria e Barents, non pensa che il volo supersonico sulla terra verrà autorizzato nel prossimo decennio. Nel breve periodo, ha detto, il progetto che le compagnie aeree come Aerion, Boom e Spike stanno promuovendo, non può essere costruito con l’odierna tecnologia dei motori.

“Al momento non abbiamo ancora fatto progressi sufficienti con i motori degli aerei”, ha detto a Business Insider. “Questi sono velivoli virtuali che esistono solo in ottime presentazioni video, nelle presentazioni di PowerPoint e nei progetti Cad. In questo momento questi aerei non sono altro che camper di realtà virtuale con le ali che non andranno da nessuna parte senza i motori”.

Sebbene creda che le tempistiche stabilite da Aerion, Boom e Spike siano troppo ottimistiche (lui infatti si aspetta che i voli supersonici saranno disponibili tra il 2027 e il 2030), Harteveldt pensa che la loro progettazione potrebbe essere una buona cosa. Stabilire degli obiettivi ambiziosi e pubblici potrebbe motivarli e, alla fine, migliorare i loro prodotti.

“È sempre bello avere degli obiettivi, giusto? Se non hai obiettivi, non vai avanti”, ha detto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...