Alitalia, aspettando le mosse di Lega e 5 Stelle si muove la commissione speciale del Senato

Gianluca Zapponini formiche.net 15 maggio 2018

Alitalia, aspettando le mosse di Lega e 5 Stelle si muove la commissione speciale del Senato

Tra mercoledì e giovedì ciclo di audizioni per l’indagine conoscitiva sulla compagnia

Vederci un po’ più chiaro sul quasi disastro di Alitalia, nell’attesa che un compratore (Lufthansa? easyJet) si faccia avanti sul serio con una proposta industriale. Sempre che, è da mettere in conto, con un governo Lega-Cinque Stelle (ambedue da sempre contrari alla cessione) non sia lo Stato a tornare di prepotenza nella ex compagnia di bandiera dal momento che nelle settimane scorse sono  tornate insistenti le voci di un possibile ma al momento improbabile coinvolgimento della Cdp (qui l’approfondimento di Formiche.net).

Tra mercoledì e giovedì la commissione speciale del Senato ascolterà prima i sindacati e poi i commissari Luigi GubitosiEnrico Laghi e Stefano Paleari, chiamati a un triplice compito. Risanare Alitalia, trovare un compratore e restituire allo Stato il prestito da 900 milioni (finora poco intaccato), che alla compagnia costa un interesse del 10% annuo. Obiettivo della tre giorni di indagine conoscitiva, la commissione presieduta da Vito Crimi si riunirà in sede referente, capire un po’ meglio lo stato di salute effettivo della compagnia, dopo che lo scorso aprile il governo ha approvato un decreto che proroga a dicembre la restituzione del finanziamento e al 31 ottobre la scadenza della procedura di vendita. Gesto obbligato alla luce di un nuovo assetto politico, seppur ancora in via di definizione.

Il fatto, ha rilevato il relatore al decreto Mario Turco (M5S) è che su Alitalia “c’è l’esigenza di maggior trasparenza, sia sull’andamento della compagnia, sia sull’operato dei commissari. Ad oggi mancano bilanci e dati ufficiali”. Secondo alcune indiscrezioni, il bilancio 2017 si sarebbe chiuso con un risultato negativo per 500 milioni di euro. E ora, a quasi un anno dal commissariamento, c’è l’esigenza di accendere una luce.

Il calendario ufficiale delle audizioni (qui il documento) parla di un primo giro di incontri il 16 maggio, con sindacati e associazioni di piloti e del personale di terra, tra cui Assovolo, per poi procedere il giorno dopo, giovedì, con gli economisti Ugo Arrigo e Gaetano Intrieri, quest’ultimo consulente aeronautico. Poi, l’ultima parola, spetterà all’Enac, la cui audizione precederà le conclusioni della commissione su Alitalia, previste nel fine settimana.