Morgan Stanley: le banche centrali potrebbero forzare tassi d’interesse negativi grazie alle criptovalute

Andrea Lagni 15 maggio 2018

https://www.criptovalute24.com

Mentre le banche centrali stanno esplorando la tecnologia alla base di ciò che minaccia di indebolirle sempre poi più, gli esperti di Morgan Stanley hanno suggerito che le criptovalute potrebbero consentire tassi di interesse negativi più profondi durante l’imminente crisi finanziaria.

Secondo le nuove scoperte che sono state fatte da Morgan Stanley, le banche centrali potrebbero utilizzare le criptovalute per ridurre gli impatti negativi della prossima crisi finanziaria tagliando i tassi di interesse.

Come riportato da Business Insider, un team di strateghi della della banca d’investimento multinazionale e della società di servizi finanziari, ha scoperto diverse aree per le quali le banche centrali potrebbero utilizzare le criptovalute a proprio vantaggio. L’applicazione più degna di nota per le valute digitali controverse e volatili, tuttavia, è nel campo della politica monetaria. Il rapporto di Morgan Stanley afferma che le banche centrali potrebbero abbassare i tassi di interesse verso cifre negative più profonde che mai, nel caso in cui dovesse verificarsi un’altra grave crisi finanziaria.

Come è stato riportato da Business Insider, l’ultima crisi finanziaria ha visto le banche centrali di tutto il mondo tagliare i tassi di interesse in modo drammatico nel tentativo di mitigare l’impatto estremo del collasso economico su consumatori e istituti di credito. Le banche di Svezia, Danimarca, Giappone e Unione europea hanno persino portato i tassi di interesse in negativo – alcuni dei quali persistono ancora oggi. (Anche se non inferiore a -0,5 percento.)

Ha spiegato il team di Morgan Stanley:

Teoricamente, un sistema monetario al 100% digitale può consentire tassi negativi più profondi. Questo fa appello a certe banche centrali. Le banconote e le monete di carta a libera circolazione (in contanti) limitano la capacità delle banche centrali di forzare i tassi sui depositi negativi. Una versione digitale del contante potrebbe teoricamente consentire di addebitare tariffe depositi negativi su tutti i soldi in circolazione all’interno di qualsiasi economia.

Tuttavia, è importante sottolineare che i ricercatori hanno anche chiarito che il loro rapporto “non intende suggerire dove pensiamo che una valuta digitale fiatpossa essere implementata”.

Inoltre, ci sono alcuni seri problemi potenziali inerenti a un tale sistema “solo digitale”. Ecco cosa ha affermato Morgan Stanley:

Tassi d’interesse negativi sono alla fine sono problematici per le banche. Le banche centrali dovrebbero quindi rivolgersi direttamente agli utenti per attuare la politica monetaria, riducendo significativamente la leva finanziaria nel sistema e riducendo la crescita del PIL.

Criptovalute: dove acquistarle fisicamente

Hodly è l’unico exchange regolamentato CySEC in europa. Questa nuova tecnologia consente di comprare e vendere le criptovalute più famose a commissioni zero, per poi conservarle all’interno di un vero e proprio portafoglio, decidendo se fare hodling (mantenerle con l’obiettivo di guadagnare dal rialzo sul lungo termine), venderle oppure inviarle o riceverle, in un secondo momento.

Oggi la soluzione di Hodly (in collaborazione con il broker pluripremiato IQ Option) è la sola piattaforma di trading regolamentata in Europa dalla CySEC. Stiamo parlando dunque di una soluzione completamente affidabile, economica e avveniristica.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...