INTESA – VENETO BANCA

Come anticipato ieri sottopongo alcuni fatti che mi lasciano perplesso in questa vicenda:

1) Carlo Messina blocca in data 16 giugno 2018 i 100 milioni di “elemosina”ai soci più disagiati di BPVI E VENETO BANCA perché alcuni soci hanno chiamato Intesa a rispondere di eventuali indennizzi in quanto subentrante sui due Istituti . Messina ha quindi dichiarato “io stesso sono stato promotore di quel fondo perché nell ambito del crack delle due banche sono accadute cose che ritengo di una gravità ed ingiustizia tremenda nei confronti di persone con redditi anche molto bassi . Noi abbiamo pronti 100 milioni di euro da spendere per sostenere le situazioni di disagio ma chiaramente fino a quando non viene chiarita la situazione attendiamo.Avevamo previsto 5 anni per spenderli L unica cosa che potremmo fare sarà eventualmente spenderli in un anno.( Messina attenderà il quinto anno per vedere come si evolveranno le cause civili e penali – ed ora in virtù di insolvenza di Veneto Banca ed un eventuale bancarotta degli amministratori attenderà anche eventuali revocatorie dagli organi preposti primi tra tutti il famoso 0,50 centesimi pagati per le parti buone d gli immobili – quindi se così sarà nessuno vedrà un centesimo.

2) perché Messina vuole attendere L esito di alcune cause? Dove è finita la Sua sicurezza sull operazione che tanto ha fatto discutere? Evidentemente c’è qualcosa che non torna oppure dato che Messina ha minacciato più volte in corso di udienza a Roma tramite i legali della banca di rescindere il contratto ( questo lo pensa Lui) vuol tenersi fino ad allora il fondo pattuito con il Mef dei contribuenti italiani – ma viene da domandarsi tra qualche anno tutto questi poveri anziani saranno così arzilli ? Di quante cose si saranno privati per la loro vecchiaia che dovrebbe essere dorata e serena? Qualcuno arriverà alla fine della vicenda? Non vorrei essere al posto di Messina ed avere sulla coscienza tanti punti di domanda perché qui verrà fuori anche una grande responsabilità che quell elemosina avrebbe potuto salvare parecchie persone anche ammalate o che si potrebbero ammalare – ma Messina passa sopra a tutto – occhio perché potrebbero essere tutti gli azionisti a passargli sopra una volta per tutte.

3) questo punto mi fa sorridere in quanto dopo aver incassato soldi dei contribuenti se chiamato in causa minaccia di rescindere i contratti – evito il commento – perché più che commenti c’è da piangere ad una persona che ti risponde così – e ricordo a Messina che gli italiani si privano di tante cose per pagare le tasse per poi essere utilizzate a salvare banche ma che dico a contribuire a salvare il nulla perché il nulla rimane nella SGA EX BANCO DI BAPOLI DI PROPIETA FINO A MAGGIO 2017 proprio di Intesa è venduta allo Stato

4) sarebbe opportuno che Messina rivedesse i video della conferenza stampa tenuta a Vicenza dal quotidiano Vicenzapiu che più volte ho pubblicato per ricordarsi quello che ha detto e che oggi stranamente si è dimenticato.

5) vi domanderete perché ho preso a cuore questa vicenda e vi rispondo – la prima è un fatto personale la seconda e che dopo tanti anni di assemblee ho conosciuto tra Veneto , Marche , Intra e Puglia tanta brava gente che non si merita tutto questo delirio che poteva essere gestito diversamente dal MEF E NON SCENDO NEI PARTICOLARI. Piuttosto qualcuno nel Veneto vede più il Sig Pierpaolo Baretta?

Cari amici a presto e speriamo per tutti noi con delle novità concrete da parte del nuovo Governo.

Paolo Politi

Ps mi scuso per gli errori ma essendo in movimento succede – grazie