Banche e diamanti: aperto un tavolo per risarcire i risparmiatori

infovercelli24.it 10.7.18

FEDERCONSUMATORI: CREATO UN PROTOCOLLO PER DEFINIRE LE MODALITA’ DI VERIFICA DI TUTTE LE DOMANDE DI RIMBORSO

Ultimo tra i grandi Istituti di credito che a suo tempo avevano invitato investitori e risparmiatori a ricorrere all’acquisto di diamanti come forma d’investimento sicuro, ora anche BPM ha accettato la stesura di un protocollo operativo per la risoluzione delle controversie insorte tra gli istituti di credito e gli investitori su questa particolare forma di risparmio, rivelatasi in realtà poco vantaggiosa.

‘Al termine di un estenuante confronto tra le delegazioni di Federconsumatori e Adiconsum – spiega l’avvocato Matteo Ferrari Zanolini di Federconsumatori Piemonte – siamo arrivati alla definizione di protocollo per l’instaurazione di una serie di incontri tecnici di verifica delle singole posizioni dei risparmiatori che dal mese di luglio procederà all’esame delle domande di risarcimento presso le sedi di BPM, di Reggio Emilia, Modena, Bergamo, Verona, Milano e la possibilità anche di incontri a Novara presso la sede storica di BPN prima della fusione con Banco Popolare ora BPM’.

Attualmente, in Piemonte, Federconsumatori segue le problematiche di circa cinquanta persone coinvolte nella vicenda diamanti, oltre  un migliaio a livello nazionale: il fatto che dopo Intesa e Mps anche BPM (e quindi anche la Popolare di Novara) abbia deciso di dialogare con i rappresentanti dei propri clienti delusi, sicuramente potrebbe spingere altri investitori a valutare l’opportunità di intraprendere azioni risarcitorie.

Gli sportelli Federconsumatori di Borgosesia e Vercelli sono a disposizioni degli interessati per ogni chiarimento sull’argomento.