Carige, inchiesta per abuso di mercato: la Finanza in sede

Matteo Indice ilsecoloxix.it 24.7.18

La sede centrale della banca Carige

La sede centrale della banca Carige

Genova – L’estate calda di Banca Carige si trasforma anche in un’inchiesta giudiziaria, aperta d’ufficio dalla Procura di Genova dopo scambi di bordate nei cda e a mezzo stampa.

Ieri mattina la Guardia di finanza si è presentata nella sede centrale chiedendo tutti i verbali dei consigli d’amministrazione e delle assemblee degli azionisti svoltisi dal gennaio 2017 ad oggi, oltre alle lettere ricevute dalla Bce nello stesso biennio (l’ultima risale a venerdì e critica il piano di conservazione del capitale, oltre a spingere verso le aggregazioni e a stigmatizzare l’elevato «tasso di avvicendamento» fra i manager andato in scena dal 2014 in poi, fine dell’era di Giovanni Berneschi travolto dagli scandali giudiziari). L’ipotesi degli inquirenti è al momento di abuso di mercato, con l’obiettivo di capire se alcune dichiarazioni rese a margine dei consessi ufficiali siano state differenti nella sostanza o strumentali, potenzialmente a discapito di titolo, risparmiatori e piccoli azionisti: il fascicolo è contro ignoti e le contestazioni potrebbero definirsi in modo più preciso nelle prossime settimane.

Carige sull’iniziativa dei pm precisa d’aver «messo a disposizione i verbali richiesti» e garantisce «massima collaborazione» alle autorità. Il titolo ieri, a causa delle varie turbolenze, ha perso il 4,65%.