Carige, interviene la Cgil: basta con questo gioco al massacro

ILSECOLOXIX.IT 25.7.18

Genova – È intervenuta anche la Cgil, nella bufera al cui centro è finita Banca Carige : «Che cessi questo gioco al massacro», si legge in una nota firmata dalle segreterie liguri e genovesi del sindacato insieme con Fisac Cgil e Fisac Carige in cui si chiede fra l’altro che «sia perseguita con determinazione e responsabilità la ricerca della stabilità e che sia fatta finalmente chiarezza sulle prospettive future di questa azienda, di chi lavora al suo interno e delle loro famiglie».

| Carige, la Bce respinge le critiche di Malacalza: «Interazione costante con lei e il Cda» |

Nella lunga nota, la Cgil ha ricordato che «il numero dei lavoratori del gruppo, che a fine 2012 era di 5434 dipendenti, a fine marzo 2018 ammontava a 4589, con obiettivo del piano industriale di 3900 dipendenti. Una riduzione del 30%, per un totale di oltre 1500 posti di lavoro perduti. Un numero impressionante», ha scritto ancora la Cgil, «senza calcolare il numero indefinito dei posti di lavoro persi nell’indotto. Crediamo sia evidente che lavoratrici e lavoratori del gruppo sono coloro che hanno pagato e stanno pagando il prezzo più pesante in termini di perdita di occupazione, di retribuzioni, di condizioni di lavoro».

Nonostante questo, «sono paradossalmente del tutto assenti dalle discussioni e dai commenti di questi giorni».