Santanché, Tribunale Milano: gruppo Visibilia dovrà ‘reintegrare giornalisti Visto e Novella 2000’

silenziefalsita.it 27.6.18

giornalisti-Visto-e-Novella-2000

Il gruppo Visibilia, Visibilia Magazine srl in liquidazione e Visibilia Editore Spa, di Daniela Santanchè dovrà “reintegrare immediatamente” i giornalisti dei settimanali ‘Visto’ e ‘Novella 2000’ che hanno fatto ricorso contro il licenziamento collettivo.

Lo ha sentenziato il Tribunale del Lavoro di Milano che ha condannato il gruppo a corrispondere gli stipendi dal momento del licenziamento a quello della reintegrazione in servizio e al pagamento delle spese legali.

Lo ha fatto sapere l’Associazione lombarda dei giornalisti (Alg), la quale ha ricordato che “nell’estate del 2017 Visibilia aveva interrotto l’applicazione della Cassa integrazione in essere dichiarando l’insostenibilità economica della propria attività, avviando la messa in liquidazione della Magazine e aprendo la procedura di mobilità per tutti i dipendenti”.

Si tratta di un comportamento contestato dal sindacato dei giornalisti.

“Associazione Lombarda e Federazione Nazionale della Stampa – si legge nella nota – nell’ambito della procedura di licenziamento collettivo hanno infatti sempre denunciato l’utilizzo strumentale della liquidazione della società e della messa in mobilità dei giornalisti in quanto la pubblicazione delle testate Visto e Novella 2000 è continuata fino ad ora: ma appaltando all’esterno il lavoro giornalistico”.

Visibilia Editore ha specificato che esperirà “ogni ulteriore iniziativa giudiziale in opposizione alla citata sentenza”. E ha citato la sentenza del giudice Nicola di Leo del tribunale di Milano sezione lavoro che ha respinto il ricorso degli ex dipendenti di Visibilia Magazine Srl integralmente, dichiarando che non “appaiono esservi i motivi per porre in discussione la procedura di licenziamento collettivo della Visibilia Magazine Srl in liquidazione”.