Italia. I 400mila che si arricchiscono con il debito pubblico e la finanza

Stefano Porcari contropiano.otg 5.8.18

E’ acclarato. Non siamo tutti sulla stessa barca. Mentre tutti gli indicatori certificano l’aumento della povertà anche nei paesi a capitalismo avanzato, l’ultimo rapporto sulla ricchezza globale stilato dal Boston Consulting Group, Global Wealth 2018, rivela che negli ultimi anni la ricchezza finanziaria personale nel mondo ha continuato a crescere e nel 2018 ha registrato un aumento del 12% rispetto al 2017, raggiungendo il totale di 201,9 mila miliardi di dollari. A riferirlo è Wall Street Italia.

E in Italia? Gli individui che hanno un patrimonio in titoli di Stato, azioni o altri strumenti finanziari superiore al milione di dollari sono saliti 394mila, il 19% in più rispetto ai 330mila del 2016, e potrebbero diventare 519mila entro il 2022. Secondo gli analisti entro il 2022 la ricchezza personale degli italiani potrebbe toccare i 7 mila miliardi di dollari, quasi totalmente rappresentata da prodotti finanziari e rendita immobiliare.

E’ bene ricordare che, secondo l’Istat, quasi il 30% delle persone residenti in Italia, nel 2016 è a rischio di povertà ed esclusione sociale. Un dato che si riflette nella rilevazione del reddito medio che registra una significativa crescita ma anche una maggiore disuguaglianza economica tra le famiglie italiane. Numeri che, scrive l’Istituto, vedono gli obiettivi prefissati dalla Strategia Europa 2020 ancora lontani: la popolazione esposta a rischio di povertà o esclusione sociale – precisamente pari a 18.136.663 individui – è infatti superiore di 5.255.000 unità rispetto al target previsto.

L’Italia si trova così in linea con la crescita della ricchezza privata a livello europeo al 3% e che prevede un aumento del 5% dal 2018 al 2022. A trainare questo assai circoscritto aumento della ricchezza, secondo il Boston Consulting sono l’andamento dei mercati, la ricchezza azionaria, i fondi di investimento e le valute.

Quando per impedire pensioni dignitose e in tempi dignitosi, standard sanitari di qualità, istruzione pubblica adeguata ci dicono sempre che non ci sono i soldi, tutto questo dimostra che i soldi ci sono, e pure tanti, sono solo concentrati in una minoranza di persone che si arricchiscono facendo impoverire la gente, facendola invecchiare male, curarsi poco e rendendo analfabeti tutti gli altri. E gli vogliono anche costruire una tassa cucita su misura per tutelarne le ricchezze: la flat tax.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...