1. ”CARO DAGO, IERI ERO A STROMBOLI E MONTEZEMOLO HA SALTATO LA FILA PER LA NAVETTA DAVANTI A DECINE DI PERSONE IMBUFALITE. ALLE NOSTRE RIMOSTRANZE, LE FIGLIE CI HANNO APOSTROFATI CON IRRIPETIBILI EPITETI. A QUEL PUNTO, TUTTI GRILLINI PER UNA NOTTE, LA FOLLA SI FA POPOLO E TROVA LA CONSUETA ILARITÀ DI FRONTE AL POTENTE, ORMAI IN BRAGHE DI TELA. QUANDO MIO FIGLIO MI HA CHIESTO PERCHÉ CI FOSSE PASSATO DAVANTI, GLI HO RISPOSTO…” 2. SCRIVE A DAGOSPIA GUIA CORDERO DI MONTEZEMOLO, FIGLIA DI LUCA: ”LE NAVETTE DELL’OSSERVATORIO SONO PRIVATE, E NE AVEVAMO PRENOTATA UNA CON GIORNI D’ANTICIPO” 3. LA 17ENNE AGGIUNGE: ”QUEL SIGNORE POTEVA FARE COME NOI. MENZIONARE QUALCUNO CHE NON C’È PIÙ COME MARCHIONNE, PER COMMENTI INFELICI, È DEPLOREVOLE. LUI NON SA CHE…”

dagospia.com 11.8.18

VIDEO

1. MONTEZEMOLO CI E’ PASSATO DAVANTI PER LA NAVETTA, LE FIGLIE CI HANNO INSULTATO

Lettera di Claudio Corbino, in vacanza a Stromboli

montezemolo a stromboliMONTEZEMOLO A STROMBOLI

“Stromboli, osservatorio.

Il noto locale isolano è  raggiungibile solo da un sistema di navette predisposto dal locale medesimo. È lo stesso locale poi che assicura anche il rientro, secondo un ordine prefissato: a ciascuno viene assegnato un numero progressivo. Non dovrebbero poter nascere equivoci.

montezemolo a stromboliMONTEZEMOLO A STROMBOLI

Ieri, 10 agosto mi trovavo con un gruppo di 12 persone ( tra i quali due bambini e qualcuno non più proprio giovanissimo) a tentar di “rimirar le stelle” e attendevo con un certa impazienza, dovuta a ritardi accumulati nei trasferimenti per mancanza di navette, di essere prelevato secondo il turno che nel frattempo mi era stato assegnato.

Ma ad un tratto ecco la sorpresa: davanti a noi si materializzava Luca Cordero di Montezemolo, accompagnato dalla propria famiglia e più impaziente di noi. Tanto era la di lui irrefrenabile impazienza che il Nostro, complice il servizio transfer del locale, si imponeva come primo, a dispetto del proprio turno, e si impossessava della prima navetta disponibile, in barba all’ordine assegnato.

MONTEZEMOLO A STROMBOLIMONTEZEMOLO A STROMBOLI

Nel frattempo il disservizio ai trasporti di cui sopra, aveva creato una certa folla, di alcune decine di persone, in attesa del proprio momento per discendere all’isola e che guardava attonita all’incredibile scena.

Credendo trattarsi di banale equivoco, noi poveri mortali abbiamo fatto presente che c’era un turno e che era il nostro momento, ma l’avv. Montezemolo, tomo tomo e cacchio cacchio, si appropriava della “nostra”  navetta e di lì non si schiodava più. Vana si dimostrava ogni nostra civile rimostranza, abile solo a scatenare le ire delle figlie del Nostro le quali ci apostrofavano con irripetibili epiteti non degni del presunto blasone.

montezemolo a stromboliMONTEZEMOLO A STROMBOLI

Ed ecco che anche il Nostro barcolla fino a rompere il silenzio e dire benevolo “Se uno di voi vuole scendere con noi, può farlo”. No, caro avvocatopresidente, il punto è un altro: lei ha superato la fila, da bravo italiano medio all’estero, e non funziona così. O almeno, non dovrebbe…

“Aveva ragione Marchionne… ” chioso io tra il delirio delle irrefrenabili figlie. A quel punto, tutti grillini per una notte, la folla si fa popolo e trova la consueta ilarità di fronte al potente, ormai in braghe di tela: “morto di fama!” Grida qualcuno ponendo fine alla tenzone. Anche io ero lì con i miei figli, e ho provato sincero imbarazzo per lo spettacolo degradante che Montezemolo ha offerto ai suoi.

E a mio figlio piccolo che mi ha chiesto “papa’ perché quel signore è passato davanti” , ho risposto “perché è molto anziano e bisogna avere rispetto per i vecchi” .

Anche se, aggiungo adesso, non si capisce bene quali meriti certuni abbiano guadagnato per atteggiarsi a sultani di un paese, al declino del quale hanno, per lo meno, partecipato con un qualche indiscutibile merito.

2. LA REPLICA DELLA FIGLIA DI MONTEZEMOLO: AVEVAMO PRENOTATO LA NAVETTA GIORNI PRIMA

Gentile Redazione di Dagospia,

GUIA CORDERO DI MONTEZEMOLOGUIA CORDERO DI MONTEZEMOLO

Ho avuto il piacere di leggere la lettera da voi pubblicata oggi. Ci terrei a farvi presente, e far presente al signore e la sua famiglia, che le navette dell’Osservatorio sono un servizio privato. Per questo motivo, avevamo prenotato giorni prima una vettura privata che ci avrebbe portato e riportato dall’Osservatorio, e questa cosa poteva essere stata fatta benissimo anche dai signori che si sono lamentati non era un servizio riservato a noi esclusivamente, ma bensí a chi aveva prenotato prima. Detto ciò, le affermazioni del signore come “aveva ragione Marchionne” sono del tutto fuoriluogo, dato che, menzionare una persona che purtroppo non c’è più per fare commenti infelici è deplerevole.

E per inciso, è ancora peggio sentire questi commenti uscire dalla bocca di chi, è del tutto ignorante in questo argomento dato che dubito fortemente abbia mai conosciuto personalmente ne Marchionne ne tantomeno mio padre. Trovo anche patetico fare commenti su quello che nostro padre ci ha insegnato dato che è il primo che ci ha sempre insegnato a rispettare tutti. In questo caso, è stato un errore di chi non conosce la legge, e non sa che i servizi PRIVATI, è in aggiunga prenotati da tempo, non possono essere sottoposti alla stessa legislazione di quelli PUBBLICI.

il ristorante l osservatorio STROMBOLIIL RISTORANTE L OSSERVATORIO STROMBOLI

Detto ciò, nel caso vogliate correggervi, potete contattare il titolare del ristorante, e l’autista delle navette, i quali saranno più che felici di raccontarvi il vero accaduto.

In fede

Guia Cordero di Montezemolo

stromboliSTROMBOLI