Anni di regali, affari e favori. Tutte le inchieste de La Notizia sullo scandalo che corre in autostrada

Redazione la notiziagiornale.it 17.7.18

Non è la prima volta che La Notizia si occupa di Autostrade per l’Italia. Già il 15 novembre 2014, per dire, titolavamo: “Autostrade, gli affari d’oro di Benetton & Co”. Dando conto del rapporto dell’Autorità dei trasporti dal quale emergeva già ciò che negli anni sarebbe parso sempre più ovvio: mentre le tariffe per i cittadini salgono, le società private incassano. Grazie ad un sistema di concessioni eterne e incredibili favori, che lasciano allo Stato solo le briciole a fronte dei sontuosi dividendi dei concessionari.

E ancora. Il 12 giugno 2015, in un editoriale di prima pagina dall’eloquente titolo “Autostrade, uno scandalo italiano”, il direttore Gaetano Pedullà definiva il caso di Autostrade per l’Italia, la società che gestisce l’A10 finita nella bufera per il crollo di Ponte Morandi,  “uno dei più grandi regali mai fatti dallo Stato a un privato”. Ossia “il gruppo Benetton, che si è immensamente arricchito sulle spalle degli italiani”.

Ma non è tutto. Il 27 gennaio 2016, La Notizia tornava ad occuparsi degli affari del gruppo: “Dopo i terreni pure gli appalti, affari fatti in casa per i Benetton”. Attivi non solo nel ramo autostradale. Il caso raccontato era quello della Pavimental, “una società di costruzioni che dall’ultimo bilancio approvato risulta fatturare qualcosa come 396 milioni di euro”. Con una curiosa coincidenza. “Quasi tutte queste risorse, e qui viene il bello, arrivano da due committenti, Adr e Autostrade per l’Italia, entrambi controllati da Atlantia, la holding dei Benetton”.

Gli ultimi regali, però, “sfrecciano in autostrada” il 3 febbraio di quest’anno: “Così i privati sognano 8 miliardi”, spiegava uno dei più recenti articoli de La Notizia sul tema. “Il Governo studia l’ennesima proroga delle concessioni. Magrado le norme del Codice degli Appalti lo vietino”. Dettagli.