Perché Warren Buffett non fa l’indiano sul Fintech

Giusy Caretto startmag.it 28.8.18

La Berkshire Hathaway di Buffett ha acquistato una una partecipazione del 3-4% nella One97 Communications, che controlla Paytm, la più grande società di pagamenti digitali dell’India. Articolo di Giusy Caretto 

Berkshire Hathaway, la società di investimenti fondata da Warren Buffett, scommette sull’India. Meglio, sul fintech indiano, acquisendo una quota in Paytm, la più grande società di pagamenti digitali del Paese. Secondo indiscrezioni di stampa, diffuse dalla testata indiana Mint, la società di Buffet sarebbe intenzionata ad acquisire una partecipazione del 3-4% nella One97 Communications, che controlla a sua volta Paytm un sistema di pagamenti e-commerce. Ma andiamo per gradi.

L’INVESTIMENTO

Il 3-4% di One97 dovrebbe costare, alla società di investimenti, circa 20-25 miliardi di rupie (286-357 milioni di dollari), con una valutazione dell’azienda indiana che si aggira intorno ao 10-12 miliardi di dollari. Sarà il primo investimento di Berkshire in una delle start-up del paese, secondo Mint, che sottolinea come Warren Buffett, capo della Berkshire Hathaway, non sembri essere coinvolto nella transazione.

UNA QUOTA DEL FINTECH INDIANO

Grazie a questo investimento, la società di investimenti che fa capo a Buffett si è assicurata una quota importante del Fintech indiano. Paytm è stata fondata nel 2010 da Vijay Shekhar Sharma e vanta un fatturato di 120 milioni di dollari (dati al 2017). Attualmente la società detiene la quota maggiore del mercato dei pagamenti digitali con il 9,9%, seguita da PayPal al 9,8% e MobiKwik al 2,8%, secondo la società di analisi GlobalData.

La spinta indiana alla demonetizzazione (nel 2016 il governo ha vietato la moneta da 500 e 1.000 rupie cartacee), però, sta spingendo anche l’utilizzo di sistemi di pagamento tramite Whatsapp e tramite l’app Tez, a firma Google. Samsung Pay ha fatto il suo debutto nel mercato indiano a marzo 2017. La concorrenza, dunque, in un mercato che sembra vivace e dal potenziale altissimo è comunque alta.

CHI HA INVESTITO IN ONE97

Non solo Berkshire, comunque. Come riporta Forbes, tra gli altri soci di One97 figurano anche Alibaba, SAIF Partners e SoftBank. Proprio Softbank ha guidato quest’anno un round di 450 milioni di dollari di investimenti in Paytm.