Atlantia: ponte con Fincantieri e Piano, in campo anche F2i (Mess)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Autostrade è pronta e ha un piano preciso con una serie di

opzioni di demolizione e ricostruzione del viadotto Polcevera, ma è anche

aperta a contributi di qualità, come l’intervento di Fincantieri e il

progetto di Renzo Piano. E’ questo il messaggio portato ieri dall’ad di

Atlantia, Giovanni Castellucci, al presidente della Regione Liguria

Giovanni Toti e al sindaco di Genova Marco Bucci.

Il tutto, scrive il Messaggero, in un contesto dove tra

nazionalizzazioni e revoca della concessione il Governo ha sondato da

qualche giorno la disponibilità del fondo F2i, partecipato da Cdp, grandi

banche, fondazioni e fondi internazionali a valutare l’ingresso nel gruppo

autostradale.

La prossima settimana, spiega il quotidiano, potrebbe aprirsi un tavolo

di confronto con il Governo e le fondazioni che hanno il 24,7% di F2i per

far entrare nel vivo l0’esame del dossier. Gli enti sono molto

interessati: oltre a Cariplo con il 7,3% c’è la fondazioni Crt (3,4%) che

è anche azionista di Atlantia (5,06%). E al fianco di Cdp, Intesa

Sanpaolo, Unicredit (con il 14% a testa). In F2i è presente il fondo

cinese Cic (6,7%), strettamente legato a Silk Road Fund, che a il 5% di

Aspi. Castellucci, che ha aperto a una collaborazione con Cdp, a maggior

ragione dovrebbe vedere di buon occhio F2i che, attraverso il 26% di

Infracis, ha quote in Autobrenero, Cisa, Autovie venete è ha un’esclusiva

per acquistare da Intesa Sanpaolo il 55% di Autostrade Lombarde, dove c’è

il 78,9% della Brebemi.

rov

(END) Dow Jones Newswires

August 31, 2018 02:51 ET (06:51 GMT)