Deutsche Bank via dall’Eurostoxx, Commerzbank verso uscita dal Dax

SN finanzareport.it 5.9.18

Si profila un duplice schiaffo per i colossi bancari tedeschi, indicati peraltro da mesi per una possibile fusione

Deutsche Bank fuori dall’Eurostoxx, Commerzbank a un passo dall’uscita dal Dax: si profila un duplice schiaffo per i colossi bancari tedeschi, indicati peraltro da mesi per una possibile fusione.

Deutsche Bank ha indirettamente confermato, ancora ieri in una nota, che il prossimo 24 settembre lascerà il paniere dei 50 maggiori titoli dell’Eurozona, un benchmark per fondi ed Etf che replicano l’indice, il cui sostegno verrà dunque a mancare alla banca tedesca con l’imminente revisione. La capitalizzazione di Deutsche Bank, andata ulteriormente assottigliandosi quest’anno, non è più sufficienete a giustificare la sua presenza sull’indice.

Commerzbank invece è candidata a lasciare il Dax, l’indice tedesco delle 30 principali azioni di Francoforte, in una revisione che sarà resa nota questa sera a mercato chiuso. Il ceo Martin Zielke, commentando le anticipazioni, ha detto che un’eventuale uscita dal Dax non danneggerebbe rating e solidità finanziaria della banca, né le sue attività. Gli ultimi sviluppi, scrive la stampa tedesca, avrebbero amareggiato la stessa cancelliera Angela Merkel, convinta sostenitrice del sistema bancario nazionale.

Quanto alle banche italiane, sull’Eurostoxx resta schierata la sola Intesa Sanpaolo, dal momento che sembra confermato il mancato rientro di Unicredit nel paniere. La revisione prevede che Deutsche Bank, Compagnie de Saint-Gobain ed E.On vengano rimpiazzate da Kering, Linde e Amadeus.