Legge di Bilancio, Cottarelli a Stasera Italia: ‘Il rischio è che ci tocchi chiamare la Troika, potremmo finire come la Grecia’

silenziefalsita.it 6.9.18

legge-di-bilancio-cottarelli-stasera-italia-troika

“Non si possono realizzare subito”.

Così l’ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli rispondendo alla domanda dell’inviata di “Stasera Italia” se le promesse del governo – flat tax, reddito di cittadinanza e pensioni – possono essere mantenute subito senza sforare il vincolo del 3 per cento.

L’economista ha spiegato che la flat tax costa 50 miliardi, il reddito di cittadinanza circa 17 miliardi e la riforma delle pensioni 8 miliardi: “Se facciamo il calcolo vengono fuori 75 miliardi, non si possono realizzare subito, si potrà incominciare a fare qualcosa, andare in quella direzione, fare qualcosa; la cosa più probabile è che si dovrà rimanere a un deficit intorno al 2 per cento, ma bisognerà trovare altre fonti di risparmio”.

Il rischio, ha fatto notare la giornalista di Rete4, è che se si oltrepassa le agenzie di rating declassino il nostro paese. Cottarelli ha ribattuto: “Se si annuncia un deficit del 3 per cento secondo me lo spread comincia davvero ad accelerare a valori pericolossimi, e l’economia si ferma, anzi si va in recessione, ma una pesante recessione”.

“Perché – ha proseguito – se lo Stato ha difficoltà a prendere a prestito i soldi, le banche hanno difficoltà a prendere a prestito soldi, e allora non prestano più e senza prestiti l’economia non va avanti”.

Cottarelli ha poi detto che l’ipotesi peggiore per l’Italia è che “come nel 2010/2011, questa volta ci tocchi chiamare la Troika e poi non si sa che cosa succede, potremmo anche finire come la Grecia, che deve fare una ristrutturazione del proprio debito pubblico”.

Legge di Bilancio, Lezzi: ‘Noi no siamo la Grecia’

Il ministro del Sud Barbara Lezzi, ospite nello studio di Stasera Italia, ha commentato le affermazioni di Cottarelli: “L’Italia non è la Grecia, noi ci siamo presi un orizzonte di una legislatura, è chiaro che noi avvieremo ciò che è possibile fare da questa legge di bilancio”.

“La differenza – ha continuato – è che noi stiamo partendo dagli ultimi, quindi partiamo dal reddito di cittadinanza e dalla flat tax per i ricavi entro i 100mila euro, cioè quel tessuto di piccole imprese, di artigiani che sono soffocati da un peso fiscale che sta diventando insostenibile”.

Per quanto riguarda i vincoli di bilancio, Lezzi ha affermato che è ragionevole avviare una trattativa con l’Europa sugli investimenti pubblici come infrastrutture e sicurezza.

Guarda il video della puntata di Stasera Italia