Prima l’UE, ora l’ONU, e poi chi verrà ancora? I marines?!

comedonchisciotte.org 16.9.18

 

DI ALESSANDRO GUARDAMAGNA

comedonchisciotte.org

Dopo averci bollati come lebbra, accusati di minare la stabilità di un Europa che grazie al terrorismo psicologico dei suoi banchieri si danneggia benissimo da sola, ora ci hanno messo di mezzo anche l’ONU. E’ infatti di pochi giorni fa la notizia che l’Alto commissario per i diritti umani, Michelle Bachelet, attaccando il governo Italiano colpevole di aver «negato l’ingresso di navi di soccorso delle Ong» nei propri porti, ha annunciato che l’Agenzia ONU per la tutela dei diritti umani invierà ispettori che dovranno valutare il“forte incremento di atti di violenza e di razzismo contro migranti, persone di discendenza africana e Rom».

Li manderanno in Italia, anche in Austria pare, e in un secondo tempo forse in Germania e USA, ma per il momento arrivano solo da noi, per via dei fatti di Catania, segno di un «atteggiamento politico» dalle «conseguenze devastanti per molte persone già vulnerabili». Questa vulnerabilità non sembra applicarsi a quei 34 che sono spariti dopo essere accolti, ma si sa, non si può pretendere….

Eppure Michelle Bachelet non si è mai sognata di condannare vari regimi sparsi per il mondo, come quello di Fidel Castro, che lei definì “un leader per la dignità e la giustizia sociale a Cuba e in America Latina”… oppure quello di Chavez, lodato per «il suo più profondo amore per il suo popolo e le sfide della nostra regione per sradicare la povertà e generare una vita migliore per tutti». Molto strano anche il suo silenzio assordante sulle uccisioni di centinaia di manifestanti da parte del regime di Ortega in Nicaragua. Invece sul razzismo all’italiana contro migranti e rom, l’amica dei dittatori appare molto convinta.

Alla notizia esulta la Bonino di Piu’ Europa, che rimprovera il governo mentre fa appelli tradotti in arabo per i giovani mediorientali, invitandoli a fare armi e bagagli per trasferirsi in un’Europa bisognosa del loro aiuto.