Generali Ass.: in meno di 2 anni reso a soci oltre il 50% (Mi.Fi.)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

L’attesa è per il 21 novembre, quando a Milano Philippe Donnet, group ceo di Generali , presenterà il piano strategico 2019-2021. Quali saranno le promesse che il manager farà al mercato, a partire dai dividendi? Finora gli obiettivi del Leone sono stati ambiziosi, anche guardando alle cedole, e le soddisfazioni sono arrivate.

Chi avesse comprato per 11,3 euro un’azione Generali il 23 novembre 2016, quando il manager presentò a Londra il suo primo business plan, scrive Milano Finanza, tra dividendi e performance del titolo avrebbe ottenuto un rendimento di oltre il 50% in meno di due anni. La prima sfida di Donnet è stata confermare gli obiettivi del piano fissati dal predecessore Mario Greco, nonostante in questi anni il mercato assicurativo si sia fatto più complicato, con tassi d’interesse rasoterra.

Il manager ha anzi accelerato sul taglio dei costi, ridotti di oltre 200 milioni, e dato avvio a un maxi-piano di dismissione di asset non strategici che ha coinvolto mercati come Belgio, Olanda o Irlanda e che ha fruttato più del miliardo previsto arrivando a superare 1,5 miliardi. Donnet ha tenuto fermi gli obiettivi anche sui ricchi dividendi annunciati da Greco. In questi due anni le Generali , grazie ai risultati in termini di risultato operativo e alla stabilità finanziaria, e forti di un combined ratio del 92% e di un indice Solvency II di oltre il 220%, hanno pagato cedole crescenti: 0,8 euro sul bilancio 2016 e 0,85 euro sul 2017, muovendosi in linea il piano 2015-2018 che prometteva 5 miliardi in quattro anni.

red/fch

francesca.chiarano@mfdowjones.it

(END) Dow Jones Newswires

September 24, 2018 02:30 ET (06:30 GMT)