Generali Ass.: la spinta di Caltagirone e Del Vecchio (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Il Leone ruggisce e alcuni soci fanno sentire la loro voce sul nuovo piano industriale 2019-2021 delle Generali in cantiere e che l’amministratore delegato Philippe Donnet presenterà a Milano il 21 novembre.

Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio hanno chiesto più spinta propulsiva nel prossimo futuro, con il ricorso eventualmente anche a un aumento di capitale per presidiare meglio i mercati europei e rafforzare la quota di mercato.

Così si sarebbero espressi durante il vertice svoltosi a Milano nella sede di Mediobanca mercoledì 12, il costruttore-editore romano, azionista con il 4% (prossimo a salire al 5 e poi al 7%) e il re degli occhiali (con il 3,1%), non seguiti in ciò dagli altri presenti: Alberto Nagel, ad di Mediobanca (13,2%) e Lorenzo Pellicioli, ad di Dea Capital (1,5%). Non c’era nessun rappresentante di Edizione (3,25%): il gruppo Benetton, dopo il crollo del Ponte Morandi, ha rivisto completamente le strategie concentrandosi su Autostrade (e torri) anche per non distrarre risorse, riponendo in un cassetto il vecchio proposito di aumentare la quota al 5% e avere un ruolo proattivo accanto agli altri soci italiani.

red/fch

(END) Dow Jones Newswires

September 25, 2018 02:24 ET (06:24 GMT)