Sfilza di sanzioni della Consob per i vertici di Sofia Sgr

Citywire,it 25.9.18

Da quando Azimut ha rilevato Sofia Sgr (qui lo scoop di Citywire), le cose non sembrano andare meglio. La Consob ha multato Sofia Sgr con delibera 20560 (qui la delibera integrale).

In particolare ha sanzionato:

1) Sofia Gestione del Patrimonio SGR S.p.A. in liquidazione volontaria, con sede in Via Fiori Oscuri n. 5, Milano: sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 515.000,00 (pari a euro 325.000.00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 50.000,00 per la violazione B, di euro 70.000,00 per la violazione C, di euro 35.000,00 per la violazione D e di euro 35.000,00 per la violazione E), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

2) Sig. Pierluigi Valentino, Presidente del Consiglio di Amministrazione nel periodo tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 85.000,00 (pari a euro 45.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 20.000,00 per la violazione B e di euro 20.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 20 (pari a mesi 12 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 4 per la violazione B e di mesi 4 per la violazione C);

3) Sig. Andrea Ferrerio, Consigliere e Responsabile della Funzione di Revisione Interna nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 85.000,00 (pari a euro 45.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 20.000,00 per la violazione B e di euro 20.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 20 (pari a mesi 12 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 4 per la violazione B e di mesi 4 per la violazione C);

4) Sig. Alberto Gotti, Consigliere nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 70.000,00 (pari a euro 40.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 15.000,00 per la violazione B e di euro 15.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 17 (pari a mesi 11 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 3 per la violazione B e di mesi 3 per la violazione C);

5) Sig. Davide Visentin, Consigliere nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 115.000,00 (pari a euro 75.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 20.000,00 per la violazione B e di euro 20.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 26 (pari a mesi 18 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 4 per la violazione B e di mesi 4 per la violazione C);

6) Sig. Luca Zaccagnini, Consigliere nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 29 maggio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 98.000,00 (pari a euro 70.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 14.000,00 per la violazione B e di euro 14.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 23 (pari a mesi 17 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 3 per la violazione B e di mesi 3 per la violazione C);

7) Sig. Alberto Crespi, Direttore Generale nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 135.000,00 (pari a euro 75.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 20.000,00 per la violazione B e di euro 40.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 30 (pari a mesi 18 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 4 per la violazione B e di mesi 8 per la violazione C);

8) Sig. Daniele Bevacqua, consulente della Società nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 95.000,00 (pari a euro 75.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 20.000,00 per la violazione B), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 22 (pari a mesi 18 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 4 per la violazione B);

9) Sig. Luigi Capitani, collaboratore della Società nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 135.000,00 (pari a euro 75.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 20.000,00 per la violazione B e di euro 40.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 30 (pari a mesi 18 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 4 per la violazione B e di mesi 8 per la violazione C);

10) Sig. Pier Paolo Marongiu, Responsabile della Business Unit Asset Management & Institutional Advisory nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 75.000,00 (pari a euro 55.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 10.000,00 per la violazione B e di euro 10.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 18 (pari a mesi 14 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 2 per la violazione B e di mesi 2 per la violazione C);

11) Sig. Maurizio Scazzina, Presidente del Collegio Sindacale nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 93.000,00 (pari a euro 50.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 21.500,00 per la violazione B e di euro 21.500,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 21 (pari a mesi 13 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 4 per la violazione B e di mesi 4 per la violazione C);

12) Sig. Gianfrancesco Santucci, Sindaco effettivo nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 70.000,00 (pari a euro 40.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 15.000,00 per la violazione B e di euro 15.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 17 (pari a mesi 11 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 3 per la violazione B e di mesi 3 per la violazione C);

13) Sig. Massimiliano Roveda, Sindaco effettivo nel periodo compreso tra il 27 luglio 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 70.000,00 (pari a euro 40.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 15.000,00 per la violazione B e di euro 15.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 17 (pari a mesi 11 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 3 per la violazione B e di mesi 3 per la violazione C);

14) Sig. Massimiliano Forte, Responsabile della Funzione di Compliance nel periodo compreso tra il 25 agosto 2015 e il 5 luglio 2017:

– sanzione amministrativa pecuniaria di complessivi euro 47.000,00 (pari a euro 25.000,00 per la violazione A aumentata, per effetto del cumulo giuridico, di euro 10.000,00 per la violazione B e di euro 12.000,00 per la violazione C), di cui è contestualmente ingiunto il pagamento;

– sanzione accessoria dell’interdizione dallo svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari autorizzati, per un periodo complessivo di mesi 12 (pari a mesi 8 per la violazione A aumentati, per effetto del cumulo giuridico, di mesi 2 per la violazione B e di mesi 2 per la violazione C).

Il pagamento deve essere effettuato entro il termine di 30 giorni dalla notifica del presente provvedimento mediante modello F23, reperibile presso qualsiasi concessionario della riscossione, banca o agenzia postale, del quale si allega alla presente fac-simile precompilato.

Decorso il predetto termine, per il periodo di ritardo inferiore ad un semestre, devono essere corrisposti gli interessi di mora nella misura del tasso legale a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del termine del pagamento e sino alla data del pagamento. In caso di ulteriore ritardo nell’adempimento, ai sensi dell’articolo 27, comma 6, della Legge n. 689 del 1981, la somma dovuta per la sanzione irrogata è maggiorata di un decimo per ogni semestre a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del termine del pagamento e sino a quello in cui il ruolo è trasmesso al concessionario per la riscossione; in tal caso la maggiorazione assorbe gli interessi di mora maturati nel medesimo periodo.

Dell’avvenuto pagamento deve essere data immediata comunicazione alla Consob, attraverso l’invio di copia del modello attestante il versamento effettuato.

La presente delibera è notificata agli interessati e pubblicata per estratto nel Bollettino della Consob.

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso ex art. 195 del d.lgs. n. 58/1998 alla Corte d’Appello competente per territorio entro 30 giorni dalla data di notifica.