PALAZZO CHIGI DEF, INTESA RAGGIUNTA NEL GOVERNO: DEFICIT AL 2,4%

Rainews.it 27.9.18

Dopo il vertice di maggioranza, riunione del Consiglio dei ministri

Vertice di Governo sulla manovra economica a Palazzo Chigi

27 settembre 2018

Il governo ha raggiunto una intesa sul deficit per il 2019. Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, fisserà nel Def l’asticella dell’indebitamento al 2,4%. Lo riferiscono fonti dell’Esecutivo, dopo il vertice di maggioranza sulla Manovra. Sembrano così superate le perplessità di Tria.

Subito dopo, è iniziato il Consiglio dei ministri. All’ordine del giorno fra le altre cose la nota di aggiornamento del Def sulla quale si baserà la legge di Bilancio e che è stata oggetto del vertice sulla politica economica svoltosi prima della seduta del Governo.

Di Maio: pensioni di cittadinanza e fondo per truffati banche

“Via libera alla pensione di cittadinanza che dà dignità ai pensionati. E con il superamento della Fornero, chi ha lavorato una vita può finalmente andare in pensione  liberando posti di lavoro per i nostri giovani, non più costretti a lasciare il nostro Paese per avere un’opportunita’”. Lo dice il vicepremier Luigi DI Maio. “Non restano esclusi i truffati delle banche, che saranno risarciti con un Fondo ad hoc. Per la prima volta lo Stato è dalla parte dei cittadini, per la prima volta non toglie ma dà”, ha aggiunto.

“Abbiamo portato a casa la manovra del popolo che per la prima volta nella storia di questo Paese cancella la povertà grazie al reddito di cittadinanza, per il quale ci sono 10 mld, e rilancia il mercato del lavoro anche attraverso la riforma dei centri per l’impiego. Restituiamo futuro a 6 milioni e mezzo di persone”, ha poi sostenuto Di Maio.

Salvini: soddisfatto per obiettivi raggiunti finora 

“Tasse abbassate al 15% per più di un milione di lavoratori italiani, diritto alla pensione per almeno 400.000 persone e altrettanti posti di lavoro a disposizione dei nostri giovani superando la legge Fornero, chiusura delle cartelle di Equitalia, investimenti per scuole, strade e Comuni. Nessun aumento dell’Iva. Pienamente soddisfatto degli obiettivi raggiunti”. Così il vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini a margine del vertice di governo sul Def.