Mediaset: Bollore’ valuta la pace (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Le partite finanziarie e strategiche si chiamano Mediobanca e Generali. Quelle industriali e politiche, invece, fanno riferimento a Telecom e Mediaset. Da tempo, Vincent Bolloré si trova al crocevia dei grandi dossier del mercato italiano. Ma adesso la scelta fatta rispetto al patto di sindacato di Piazzetta Cuccia può essere il segnale di svolta. Anche per gli investimenti, finora in forte perdita, nei business della telefonia e della televisione. Ed è dalla reazione di Piazza Affari alla mossa di Bolloré che si possono fare le prime considerazioni.

Perché, scrive MF, se l’attenzione è tutta su Telecom, per il ruolo di primo azionista (23,4%) di Vivendi e per lo scontro in atto con il fondo attivista Usa Elliott (8,8%) che lo scorso maggio ha vinto la sfida in assemblea prendendo il controllo del cda, il titolo dell’incumbent telefonico continua a perdere terreno. Anche ieri, un nuovo calo alla soglia di 0,54 euro per un saldo negativo da inizio anno del 24,36%. E pensare che se il finanziere bretone ora ha le mani più libere per operare in Italia, viene considerato quasi scontato il suo attivismo sul dossier Telecom.

red/lab

(END) Dow Jones Newswires

September 28, 2018 02:40 ET (06:40 GMT)