Creare una società sospetta: il lato spaventoso dello Stato di polizia tecnologico

Foto del profilo dell'utente Tyler Durden

Scritto da John Whitehead tramite The Rutherford Institute,

“Se, come sembra, siamo nel processo di diventare una società totalitaria in cui l’apparato statale è onnipotente, l’etica più importante per la sopravvivenza del vero individuo umano libero sarebbe:  imbrogliare, mentire, eludere , fingi, sii altrove, falsifica i documenti, costruisci gadget elettronici migliorati nel tuo garage che batteranno in astuzia i gadget usati dalle autorità . “- Philip K. Dick

È scontato che il Grande Fratello ci stia sempre guardando.

Sfortunatamente, grazie agli sforzi in corso del governo per costruire massicci database usando tecnologie emergenti di sorveglianza, DNA e biometria, il Grande Fratello (ei suoi partner aziendali nel crimine) sta diventando sempre più inquietante, invasivo, intrusivo e insicuro.

In effetti, ogni film fantascientifico distopico (e film horror, se è per questo) che abbiamo mai visto, sta improvvisamente convergendo in questo momento presente in una pericolosa triplicità tra scienza e tecnologia, Big Business e un governo che vuole essere tutto – vedere, onnisciente e onnipotente, ma non senza l’aiuto della cittadinanza.

Ogni giorno, gli americani rinunciano (in molti casi, volontariamente) ai dettagli più intimi di chi siamo: la nostra composizione biologica, i nostri modelli genetici e la nostra biometria (caratteristiche e struttura del viso, impronte digitali, scansioni dell’iride, ecc.) – per poter navigare in un mondo sempre più tecnologicamente attivo.

Come osserva la giornalista Anna Myers, “I lettori di impronte digitali, le scansioni oculari e il riconoscimento vocale non sono più solo i metodi di sicurezza dei film di spionaggio high-tech.  Milioni di clienti di telefoni cellulari, banche e investimenti ora hanno queste tecnologie a portata di mano. Schwab utilizza il riconoscimento vocale, Apple utilizza le impronte digitali, Wells Fargo scansiona gli occhi e altre aziende stanno sviluppando tecnologia heartbeat o grip per verificare l’identità dell’utente. Che la tecnologia biometrica possa prosperare o andare incontro alla sua scomparsa dipende non solo dalla sicurezza della tecnologia, ma anche dal fatto che il sistema legale statunitense si adatterà a fornire le protezioni per la privacy necessarie ai consumatori per usarlo e per investire nel suo sviluppo. Attualmente non esiste una legge federale e solo uno stato con una legge che protegge le informazioni biometriche. “

Traduzione: finora, i tribunali hanno fatto ben poco per preservare i nostri diritti di fronte a tecnologie e programmi governativi che hanno scarso rispetto per la privacy o la libertà.

Considera tutti i modi in cui continuiamo a essere seguiti, cacciati, perseguitati e perseguitati dal governo e dai suoi agenti dubbiosi:

Attingendo alle tue linee telefoniche e alle comunicazioni sul cellulare, il  governo sa quello che dici .

Caricando tutte le tue e-mail, aprendo la tua posta e leggendo i tuoi post e messaggi di testo di Facebook  , il  governo sa cosa scrivi .

Monitorando i tuoi movimenti con l’uso di lettori di targhe, telecamere di sorveglianza e altri dispositivi di localizzazione, il  governo sa dove vai .

Sfogliando tutti i detriti della tua vita – cosa leggi, dove vai, cosa dici – il  governo può prevedere cosa farai .

Mappando le sinapsi nel tuo cervello, gli scienziati – e a loro volta, il governo – presto sapranno cosa ricordi . 

Mappando la tua biometria – la tua “impronta digitale” – e archiviando le informazioni in un enorme database condiviso condiviso  disponibile per le agenzie burocratiche, la polizia e l’esercito , l’obiettivo del governo è  usare il software di riconoscimento facciale per identificare te (e ogni altra persona nel paese) e traccia i tuoi movimenti , ovunque tu vada.

E accedendo al tuo DNA, il  governo conoscerà presto tutto il resto su di te che non conoscono già : la tua genealogia, i tuoi antenati, il tuo aspetto, la tua storia di salute, la tua inclinazione a seguire gli ordini o a tracciare il tuo corso, eccetera.

Naturalmente, nessuna di queste tecnologie è infallibile.

Né sono immuni da manomissioni, hacking o pregiudizi dell’utente.

Tuttavia, sono diventati uno strumento utile nelle mani degli agenti governativi per rendere nulle e nulle le esigenze della Costituzione sulla privacy e le sue proibizioni contro ricerche e sequestri irragionevoli.

Di conseguenza, non siamo più “innocenti fino a prova contraria” di fronte alle prove del  DNA che ci collocano sulla scena di un crimine ,  una tecnologia di rilevamento comportamentale  che interpreta la nostra temperatura corporea e tic facciali come sospetti, e dispositivi di sorveglianza governativa che controllano incrociati i nostri dati  biometrici ,  le targhe  e il DNA contro un database in crescita di crimini irrisolti e potenziali criminali.

Sempre più spesso, siamo tutti colpevoli fino a prova contraria, poiché l’acquisizione discutibile del governo e l’uso della biometria e del DNA per identificare gli individui e “risolvere” i reati rende evidente.

Infatti, per anni, l’FBI e il Dipartimento di Giustizia hanno cospirato per acquisire quasi illimitato potere e controllo sulle informazioni biometriche raccolte su individui rispettosi della legge, milioni dei quali non sono mai stati accusati di un crimine. 

Andando ben oltre lo scopo di quelli con background criminali, il database dell’FBI Next Generation Identification (NGID), un miliardo di dollari che mira a espandere drasticamente il database ID del governo da un sistema di impronte digitali a un vasto magazzino di scansioni dell’iride, foto ricercabili con tecnologia di riconoscimento facciale, impronte palmari e misure di registrazioni di deambulazione e voce insieme a registrazioni di impronte digitali, cicatrici e tatuaggi.

Lanciato nel 2008, il NGID è un enorme database biometrico che contiene oltre 100 milioni di impronte digitali e 45 milioni di foto del viso raccolte da una varietà di fonti che vanno da sospetti e detenuti criminali a lavoratori diurni e richiedenti il ​​visto, compresi milioni di persone che non hanno mai commesso o addirittura è stato accusato di un crimine.

In altre parole, innocenti cittadini americani sono ora automaticamente inseriti in un database sospetto.

Per molto tempo, al governo fu richiesto di osservare almeno alcune restrizioni di base su quando, dove e come poteva accedere alla biometria e al DNA di qualcuno e usarlo contro di loro. 

Questo non è più il caso.

L’informazione viene accumulata attraverso una varietà di procedure di routine, con la polizia che guida la strada come primi collezionisti di dati biometrici per qualcosa di non minaccioso come una semplice violazione in movimento. Anche i tribunali nazionali stanno facendo la loro parte per “costruire” il database, richiedendo informazioni biometriche come precursore di frasi più clementi. E naturalmente Corporate America ha reso così facile usare la propria biometria per accedere a qualsiasi cosa, dai conti bancari ai telefoni cellulari.

Abbiamo reso così facile per il governo colpire, identificare e rintracciare noi, vivi o morti.

È come sparare pesci in un barile.

Per esempio, nel marzo del 2018, la polizia della Florida si presentò a un funerale, chiese di vedere il cadavere di Linus F. Phillip di 30 anni e  tentò di usare il dito del morto per sbloccare il suo cellulare usando la sua impronta digitale biometrica . (Si scopre che i poliziotti che sbloccano i telefoni cellulari con le impronte digitali dei morti sono  relativamente comuni ).

Nel 2016, il Dipartimento di Giustizia ha ottenuto un mandato che consente alla polizia di entrare in una residenza in California e ” costringere chiunque all’interno a utilizzare le proprie informazioni biometriche per aprire i propri dispositivi mobili “.

Due anni prima, nel 2014, un tribunale della Virginia “ha dichiarato che è legale utilizzare le impronte digitali dei criminali sospetti per aprire gli smartphone “.

Questo non tocca nemmeno i molti modi in cui il governo sta usando il nostro DNA contro di noi, la Costituzione è dannata.

Nel 2015, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha accolto la  sentenza della Corte d’Appello del Maryland a  Raynor v. Maryland , che ha essenzialmente determinato che gli individui non hanno il diritto alla privacy quando si tratta del loro DNA.

Anche se Glenn Raynor, un sospetto violentatore, accettò volentieri di essere interrogato dalla polizia, si rifiutò di fornire loro un campione di DNA.

Nessun problema: la  polizia ha semplicemente tamponato la sedia su cui era seduto Raynor  e ha preso ciò che si era rifiutato di fornire volontariamente. Il DNA di Raynor era un fiammifero, e il sospetto divenne un condannato. Rifiutandosi di ascoltare il caso, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dato la  tacita approvazione agli agenti del governo per raccogliere il DNA del capannone , paragonandolo alle impronte digitali di una persona o al colore dei capelli, degli occhi o della pelle.

Mentre la tecnologia delle impronte digitali ha creato un momento spartiacque per la polizia nella loro capacità di “incrinare” un caso, la tecnologia del DNA viene ora acclamata dalle forze dell’ordine come la pallottola magica nella risoluzione del crimine. 

È quello che alla polizia piace definire ” un’impronta digitale moderna “. 

Tuttavia, a differenza di un’impronta digitale, una stampa del DNA rivela tutto su ” chi siamo, da dove veniamo e chi saremo “.

Con uno strumento così potente a loro disposizione, era inevitabile che la collezione di DNA del governo diventasse  una pista scivolosa verso l’intrusione del governo .

Certo, è stato abbastanza difficile tentare di proteggere la nostra privacy sulla scia di una  sentenza della Corte Suprema del 2013 nel  Maryland v. King  che ha  paragonato la raccolta del DNA alle fotografie e alle impronte digitali dei sospettati  quando sono stati prenotati, consentendo così al governo di prelevare campioni di DNA da persone semplicemente “Arrestato” in relazione a “gravi” reati.

A quel tempo, il  giudice Antonin Scalia ha avvertito  che, a seguito della sentenza della Corte, “il tuo DNA può essere preso e inserito in una banca dati nazionale se sei mai stato arrestato, a torto oa ragione, e per qualsiasi motivo”.

Ora, gli americani sono vulnerabili al governo che accede, analizza e conserva il loro DNA senza la loro conoscenza o il permesso.

Come l’opinione dissenziente di  Raynor  per la Corte d’Appello del Maryland ha giustamente ammonito, “una persona che desidera mantenere il suo profilo DNA privato, deve condurre i suoi affari pubblici in una  tuta ignifuga sigillata ermeticamente …. La detenzione della maggioranza significa che una persona non può voto più lungo, partecipare a una giuria, o ottenere una patente di guida, senza aprire il suo materiale genetico per la raccolta e la codifica di stato “.

Tutti e 50 gli stati ora conservano i propri database del DNA, sebbene i protocolli per la raccolta differiscano da stato a stato. Questo DNA viene anche raccolto nell’enorme database nazionale del DNA dell’FBI, codice CODIS (Combined DNA Index System), che è stato stabilito come un modo per identificare e rintracciare i criminali condannati e da allora è diventato un modo de facto per identificare e tracciare il Popolo americano dalla nascita alla morte.

Infatti, gli ospedali sono entrati nel gioco prendendo e immagazzinando il DNA dei neonati, spesso senza la conoscenza o il consenso dei loro genitori. Fa parte dello  screening genetico obbligatorio del governo sui neonati . Tuttavia, in molti stati, il DNA è immagazzinato indefinitamente.

Ciò che questo significa per coloro che nascono oggi è l’inclusione in un database governativo che contiene informazioni intime su chi sono, i loro antenati e cosa li attende in futuro, comprese le loro inclinazioni ad essere seguaci, leader o piantagrane.

Per il resto di noi, è solo una questione di tempo prima che il governo si impadronisca del nostro DNA, sia attraverso programmi obbligatori effettuati in collaborazione con le forze dell’ordine e l’America aziendale, sia attraverso la raccolta del nostro DNA “shed” o “touch” .

Mentre gran parte del dibattito pubblico, gli sforzi legislativi e le sfide legali negli ultimi anni si sono concentrati sui protocolli che circondano quando la polizia può legalmente raccogliere il DNA di un sospetto (con o senza un mandato di perquisizione e se al momento dell’arresto o della condanna), la questione su come gestire Il DNA “shed” o “touch” è in gran parte scivolato senza molte discussioni o opposizioni.

Eppure, come osserva lo scienziato Leslie A. Pray  :

Tutti perdiamo il DNA, lasciando praticamente tracce della nostra identità ovunque andiamo. Scienziati forensi usano il DNA lasciato indietro su mozziconi di sigarette, telefoni, impugnature, tastiere, tazze e numerosi altri oggetti, per non parlare del contenuto genetico che si trova in gocce di liquidi corporei, come sangue e sperma. In effetti, la spazzatura che si lascia per il pick-up sul marciapiede è una potenziale miniera d’oro di questo tipo di materiale. Tutto questo capannone o il cosiddetto DNA abbandonato è gratuito per l’assunzione da parte di investigatori della polizia locale che sperano di risolvere casi irrisolvibili. Oppure, se lo scenario futuro illustrato all’inizio di questo articolo è una qualsiasi indicazione, il DNA del capannone è anche gratuito per l’inclusione in una banca dati segreta del DNA universale.

Ciò significa che se hai la sfortuna di lasciare tracce di DNA ovunque sia stato commesso un crimine, hai già un file da qualche parte in un database statale o federale, anche se potrebbe essere un file senza un nome. 

In altre parole, sei un sospetto da guardare.

Come   riporta la rivista forense , “poiché gli ufficiali sono diventati più consapevoli del potenziale del DNA tattile, lo stanno usando sempre di più. Sfortunatamente, alcuni [poliziotti] non sono stati abbastanza selettivi quando elaborano scene del crimine. Invece,  hanno elaborato qualsiasi cosa e tutto sulla scena , inviando 150 o più campioni per l’analisi. “

Persino vecchi campioni prelevati da scene del crimine e casi “freddi” vengono portati alla luce e estratti per i loro profili DNA.

Oggi, aiutati dalla robotica e dall’automazione, l’elaborazione, l’analisi e il reporting del DNA impiegano molto meno tempo e possono produrre ogni tipo di informazione, fino al colore degli occhi di una persona e ai parenti. Incredibilmente, una compagnia è  specializzata nella creazione di “foto segnaletiche” per la polizia basate su campioni di DNA  di “sospetti” sconosciuti che vengono poi confrontati con individui con profili genetici simili.

Se non hai ancora collegato i punti, lascia che ti indichi la strada.

Avendo già usato la tecnologia di sorveglianza per rendere l’intera popolazione americana sospettata, la tecnologia del DNA nelle mani del governo completerà la nostra transizione verso una società sospetta in cui tutti stiamo semplicemente aspettando di essere abbinati a un crimine.

Non possiamo più considerarci innocenti fino a prova contraria. Ora siamo tutti sospettati in una fila di DNA fino a quando le circostanze e la scienza non diranno diversamente.

Naturalmente, ci saranno quelli che indicano  gli usi positivi del DNA nella giustizia criminale , come in quei casi in cui viene usato per assolvere qualcuno nel braccio della morte di un crimine che non ha commesso, e non si può negare i suoi scopi benefici a volte.

Tuttavia, come nel caso delle riprese con  la fotocamera del corpo  e di ogni altra cosiddetta tecnologia che viene salutata come un “controllo” sugli abusi del governo, in modo che la persona media, in particolare quella giudicata colpevole di un crimine,  richieda e abbia accesso al DNA test , devono prima intraprendere una battaglia legale costosa e in salita attraverso la burocrazia e, anche allora, si oppongono ad ogni svolta da una burocrazia governativa gestita da pubblici ministeri, legislatori e forze dell’ordine.

Quello che equivale a è uno scenario in cui abbiamo poca o nessuna difesa contro le accuse di illecito, specialmente quando “condannato” dalla tecnologia, e ancor meno la protezione contro il governo che investe il nostro DNA più o meno allo stesso modo in cui spazza il nostro telefono chiamate, e-mail e messaggi di testo.

Eppure se non ci sono limiti ai funzionari governativi che possono accedere al tuo DNA e tutto ciò che dice su di te, allora dove traccia la linea?

Poiché la tecnologia rende sempre più facile per il governo attingere ai nostri pensieri, ai nostri ricordi, ai nostri sogni, all’improvviso il paesaggio diventa molto più distopico.

Con l’intero sistema governativo che si trasforma in una modalità pre-crimine volta a individuare e perseguire coloro che “potrebbero” commettere un crimine prima di avere un indizio, per non parlare di un’opportunità, per fare ciò, non è così inverosimile immaginare uno scenario in cui agenti governativi (FBI, polizia locale, ecc.) prendono di mira i potenziali criminali in base alla loro disposizione genetica per essere un “piantagrane” o il loro rapporto con i dissidenti passati.

Altrettanto sconcertante: se gli scienziati possono, usando il DNA,  tracciare il salmone attraverso centinaia di miglia quadrate di torrenti e fiumi , quanto sarà facile per gli agenti governativi non solo sapere dovunque siamo stati e quanto tempo siamo stati in ogni luogo, ma raccogliere il nostro spargere facilmente il DNA e aggiungerlo al già fiorente database del governo?

Neanche tu devi preoccuparti.

C’è anche qualcuno in relazione con te che può essere collegato dal DNA.

Queste impronte digitali genetiche, come vengono chiamate, fanno molto di più che individuare una persona. Mostrano anche a chi sei correlato e come. Come riporta la Associated Press  , “In teoria, i campioni di DNA che possono aiutare a risolvere le rapine e gli omicidi potrebbero anche essere utilizzati per rintracciare i nostri parenti, esaminarci per individuare eventuali malattie o monitorare i nostri movimenti”.

Approfittando di questo, la  polizia in California, Colorado, Virginia e Texas usa il DNA trovato nelle scene del crimine per identificare e indirizzare i membri della famiglia  alla ricerca di possibili indizi sulla posizione di un sospetto.

Chi proteggerà la tua famiglia dall’essere scelta per “trattamento speciale” semplicemente perché è imparentata con te? Come dice un ricercatore biomedico, Yaniv Erlich, “Se non è regolamentato e la polizia può fare tutto ciò che vuole … può usare il tuo DNA per dedurre cose sulla tua salute, sui tuoi antenati, se i tuoi figli sono i tuoi figli”.

Del resto, come ti proteggi dall’avere estratto il tuo DNA, i dati biometrici acquisiti e i dettagli più intimi di chi sei – la tua impronta biologica – caricata in un database governativo? 

Che ricorso hai quando tali informazioni, prese contro la tua volontà, sono condivise, rubate, vendute o compromesse, come sarà inevitabilmente in questa epoca di hacker? Sappiamo che i database possono essere compromessi. Abbiamo visto accadere database gestiti da aziende sanitarie, agenzie di autoveicoli, istituzioni finanziarie, rivenditori e agenzie di intelligence come la NSA.

E che dire di quei casi in cui la tecnologia si è rivelata sbagliata, sia per errore umano che per manomissione?

Succede più spesso di quanto ci viene detto.

Ad esempio, David Butler ha trascorso  otto mesi in prigione per un omicidio che non ha commesso  dopo che il suo DNA è stato presumibilmente trovato sulla vittima dell’omicidio e il filmato della telecamera di sorveglianza lo ha collocato nell’area generale in cui è stato commesso l’omicidio. Convenientemente, il DNA di Butler era archiviato dopo che lo aveva presentato volontariamente durante un’indagine anni prima in una rapina a casa di sua madre.

Il caso sembrava tagliato e inaridito a tutti tranne Butler che proclamava la sua innocenza.

Tranne che l’evidenza del DNA e il filmato di sorveglianza erano sbagliati:  Butler  era  innocente .

Il DNA di Butler che si supponeva fosse trovato sulle unghie della vittima era attribuito a tre cose: una, Butler era un tassista ” e quindi era possibile che il suo DNA fosse trasferito dal suo taxi tramite denaro o un’altra persona, sulla vittima dell’omicidio “; due, Butler aveva una rara condizione della pelle che gli causava la formazione di scaglie di pelle, cioè più DNA da spargere, molto più della persona media; e tre, la polizia voleva che fosse lui il killer, nonostante il fatto che ” il campione di DNA fosse solo una corrispondenza parziale, di scarsa qualità, e gli esperti all’epoca dissero che non potevano né dire che era colpevole né escluderlo “.

Purtroppo, ora ci troviamo nella non invidiabile posizione di essere controllati, gestiti, condannati e controllati dalla nostra tecnologia, che non risponde a noi, ma al nostro governo e ai governanti delle multinazionali. 

Questa è la lezione del fatto-è-estraneo-di-finzione che ci sta martellando ogni giorno.

Mentre il Quarto Emendamento è stato creato per impedire ai funzionari governativi di perquisire la persona o la proprietà di un individuo senza un mandato e probabili prove probatorie che una specie di attività criminale fosse in atto, i fondatori non avrebbero potuto immaginare un mondo in cui avevamo bisogno di protezione contro il governo diffuso violazioni della nostra privacy a livello cellulare.

Eppure questo è esattamente ciò che ci manca.

Ancora una volta, la tecnologia ha distanziato sia la nostra comprensione sia la nostra capacità di gestire adeguatamente le conseguenze di scatenarlo su una popolazione ignara.

Alla fine, come chiarisco nel mio libro  Battlefield America: La guerra sugli americani , tutto ciò equivale a una campagna accuratamente elaborata progettata per dare al governo l’accesso e il controllo su ciò che realmente vuole: voi.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...