La francese di Le Pen si unisce a Salvini, Severs Ties With “Movement” di Bannon: “He’s Not European”

Foto del profilo dell'utente Tyler Durden

In una separazione relativamente chiara, il leader francese di estrema destra Marine Le Pen si sta prendendo le distanze dall’ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon, “Movimento”, dicendo che solo gli europei salveranno il continente.

Questo è un bel cambiamento rispetto alle sue osservazioni di luglio, quando abbiamo notato che Bannon stava cercando di stabilire una roccaforte populista all’interno del Parlamento europeo, che potrebbe guadagnare fino a  un terzo dei legislatori  dopo le elezioni europee del prossimo maggio. Come ha sottolineatola  Bestia ,

Un blocco populista unito di quelle dimensioni avrebbe la capacità di interrompere seriamente i procedimenti parlamentari, potenzialmente garantendo a Bannon un enorme potere all’interno del movimento populista.

A seconda della legge elettorale nei singoli paesi, le fondamenta potrebbero essere in grado di prendere parte direttamente ad alcune campagne mentre si appoggiano indirettamente altri gruppi populisti. – Bestia quotidiana

“Non ho avuto l’idea finché Marine Le Pen non mi ha invitato a parlare a Lille al Front National”, ricorda Bannon. “Ho detto, ‘cosa vuoi che dica?'”

Le Pen ha risposto: ” Tutto quello che devi dire è: ‘Non siamo soli’. 

Ma ora, come riferisce AP, Le Pen ha detto lunedì, durante un incontro a Roma, che voleva chiarire “molte congetture” sui piani riferiti da Bannon di istituire la sua fondazione.

Le Pen ha detto che Bannon non è europeo, ma piuttosto un americano che vuole creare un think tank. Lei disse:

“Ma noi, e noi soli, siamo quelli che daranno forma alla forza politica che nasce dalle elezioni europee , perché siamo attaccati alla nostra libertà, attaccati alla nostra sovranità e noi insieme …

… i rappresentanti dei diversi popoli d’Europa, sono quelli che daranno forma alle forze politiche che mirano specificamente a salvare l’Europa “.

Tuttavia, come abbiamo notato in precedenza, “The Movement”, fondato dal politico belga Mischaël Modrikamen, metterà in risalto l’importanza della sovranità nazionale, delle forti frontiere, dei severi limiti migratori e della ferma opposizione al terrore islamico radicale. 

Il movimento, che prevede di tenere una convenzione di fondazione a Bruxelles a fine novembre, fungerà anche da collegamento tra gli alleati in 27 paesi dell’UE e il caucus pro-libertà negli Stati Uniti.

 

La non-profit sarà una  fonte centrale di sondaggi, consigli sulla messaggistica, il targeting dei dati e la ricerca di think-tank per una banda di malumori di destra che si stanno diffondendo in tutta Europa , in molti casi senza strutture politiche professionali o budget significativi.

L’ambizione di Bannon è che la sua organizzazione  alla fine rivaleggi con l’impatto della Open Society di Soros , che ha dato via $ 32 miliardi a cause largamente liberali da quando è stata fondata nel 1984.

Durante lo scorso anno, Bannon ha tenuto colloqui con gruppi di destra in tutto il continente  da Nigel Farage e membri del Front National di Marine Le Pen (recentemente ribattezzato Rassemblement National) in Occidente ,  all’Ungherese Viktor Orban e ai populisti polacchi in Oriente . – Bestia quotidiana

I partiti populisti di destra hanno ottenuto significativi guadagni elettorali in tutta Europa negli ultimi anni, a seguito di picchi di criminalità violenta e terrorismo correlati all’afflusso di immigrati incontrollati principalmente dal Nord Africa. Finora, questi movimenti sono stati in gran parte non coordinati. Bannon e The Movement mirano a risolvere questo problema e stanno mettendo in moto il piano . 

E mentre Bannon ei suoi alleati dubitano che i partiti nazionalisti guadagneranno la maggioranza dei seggi nel parlamento europeo, il loro obiettivo è quello di catturare almeno un terzo dei seggi al fine di “comandare per negazione”, secondo Bannon, che permetterà loro di interrompere le politiche “integrazioniste”. 

” Vogliamo portare la battaglia nel cuore dell’Unione europea “, ha detto Modrikamen in un’intervista nella sua casa in un quartiere residenziale di Bruxelles che funge anche da quartier generale del suo partito. ” Vogliamo essere la voce dei ragazzi ordinari che si sentono traditi dalle élite “. 

Per ora, sembra che lo faranno senza il partito di estrema destra della Francia … anche se sospettiamo che questo sia più posturing da Le Pen mentre si unisce al vice primo ministro italiano di estrema destra Matteo Salvini a Roma lunedì per dichiarare che sono il movimento anti-establishment all’interno dell’Unione Europea.

“Siamo contro i nemici dell’Europa – Juncker e Moscovici – chiusi nel bunker di Bruxelles”, ha detto Salvini.

“La politica dell’austerità degli ultimi anni ha aumentato il debito italiano e impoverito l’Italia”.

La dichiarazione è stata fatta durante una conferenza stampa congiunta con LePen che ha visitato Roma il lunedì.

“Insieme a Matteo (Salvini) non stiamo combattendo contro l’Europa, ma contro l’Unione europea che è diventata un sistema totalitario e combattiamo contro l’Unione europea per salvare la vera Europa “, ha detto Le Pen.

Qualche giorno prima, Salvini ha arbitrariamente sbrigato Juncker e il suo presunto bere dicendo che lo stava ignorando perché “Parlo con persone sobrie”.